26 Gennaio 2022
17:57

Fumare le sigarette da piccoli ha effetti a catena per quattro generazioni

Lo ha scoperto un team di ricerca britannico osservando una maggiore probabilità di grasso corporeo in eccesso nelle nipoti e pronipoti di uomini che hanno iniziato a fumare prima dei 13 anni.
A cura di Valeria Aiello

Fumare fa male, a tutte le età. Ma iniziare quando si è piccoli ha effetti a catena per quattro generazioni. Lo ha scoperto un team di ricerca dell’Università di Bristol che ha dimostrato come le nipoti e le pronipoti di uomini che hanno iniziato a fumare prima dei 13 anni abbiano una maggiore probabilità di sperimentare un aumento della massa grassa durante l’adolescenza e la prima età adulta. L’analisi, basata sui dati di oltre 14mila persone nate all’inizio degli Anni ’90, fa seguito a una prima indagine condotta nel 2014, nella quale gli studiosi avevano rilevato che i padri che avevano iniziato a fumare prima degli 11 anni avevano maggior probabilità di avere figli, ma non figlie, con un aumento della massa grassa durante l’infanzia, l’adolescenza e la prima età adulta.

Questo secondo studio ha ampliato questi risultati, esaminando quattro generazioni, anche se gli effetti sono stati osservati nelle discendenti e non nei discendenti. “Adesso mostriamo che se il nonno paterno aveva iniziato a fumare prima della pubertà, rispetto alla tarda infanzia (13-16 anni), le sue nipoti […] avevano segni di eccesso di massa grassa a due età, 17 e 24 anni” scrivono gli autori nella nuova ricerca pubblicata su Scientific Reports. “Quando i padri dei nonni materni avevano iniziato a fumare prima della pubertà – aggiungono gli studiosi – le loro pronipoti avevano un eccesso di grasso corporeo a 17 e 24 anni”.

Questo effetto transgenerazionale sembra sia indipendente dalle generazioni intermedie. “Per determinare se questi risultati fossero dovuti al fatto che le generazioni successive avessero iniziato a fumare prima della pubertà, in ulteriori analisi abbiamo escluso le persone delle generazioni successive che avevano fumato regolarmente prima dei 13 anni – hanno precisato gli studiosi – . I risultati sono stati simili”.

La ricerca ha dunque fornito due informazioni importanti. “Innanzitutto che, prima della pubertà, l’esposizione di un ragazzo a particolari sostanze potrebbe avere un effetto sulle generazioni successive e, in secondo luogo, uno dei motivi per cui i bambini diventano sovrappeso potrebbe non essere tanto dovuto alla loro dieta e all’esercizio fisico, quanto allo stile di vita dei loro antenati o alla persistenza di fattori associati nel corso degli anni” ha affermato in una nota la professoressa Jean Golding, specialista in pediatria e medicina perinatale nonché autrice principale dello studio.

I ricercatori hanno inoltre evidenziato che a determinare l’associazione tra l’eccesso di grasso corporeo e l’abitudine al fumo delle generazioni precedenti possano esserci anche altri fattori, come ad esempio la genetica, l’epigenetica e diversi fattori ambientali, che sono tutti collegati all’obesità e che potrebbero avere un ruolo nel predisporre allo sviluppo di tale condizione. “C’è ancora molto da esplorare – ha aggiunto Golding – . Ma se queste associazioni saranno confermate in altri set di dati, questo sarà uno dei primi studi sull’uomo ad aver osservato queste associazioni e ad analizzare l’origine di relazioni intergenerazionali potenzialmente importanti”.

Fumare le canne fa male ai polmoni, ma in maniera diversa dalle sigarette
Fumare le canne fa male ai polmoni, ma in maniera diversa dalle sigarette
Un piccolo cambiamento nel modo in cui ci vacciniamo può ridurre gli effetti collaterali
Un piccolo cambiamento nel modo in cui ci vacciniamo può ridurre gli effetti collaterali
Cosa succede al tuo corpo quando smetti di fumare le canne
Cosa succede al tuo corpo quando smetti di fumare le canne
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni