166 CONDIVISIONI
18 Maggio 2022
13:27

Cosa ha detto il Pentagono nella riunione sugli avvistamenti UFO

I funzionari del dipartimento della Difesa americano nell’audizione al Congresso: “400 segnalazioni nei cieli Usa. Possibili minacce che devono essere indagate”.
A cura di Valeria Aiello
166 CONDIVISIONI
Un’immagine di un UAP, un fenomeno aereo non identificato, negli archivi del Pentagono / Dipartimento della Difesa Usa
Un’immagine di un UAP, un fenomeno aereo non identificato, negli archivi del Pentagono / Dipartimento della Difesa Usa

Ad oggi sono circa 400 i rapporti da parte del personale militare americano di possibili incontri con gli UFO, noti anche come UAP (fenomeni aerei non identificati) – un aumento significativo rispetto ai 144 registrati tra il 2004 e il 2021 dalla comunità di intelligence statunitense. A rivelare l’incremento sono stati gli alti funzionari del Pentagono che martedì, per la prima volta in mezzo secolo, hanno riferito al Congresso dell’avvistamento di veicoli aerei non identificati nei cieli americani. L’aumento dei fenomeni è stato attribuito a una serie di fattori, tra cui la crescente diffusione di quadricotteri e droni, gli aggiornamenti nelle tecnologie dei sensori, l’aumento del disordine aereo (come palloncini in mylar) e una diminuzione dello stigma che circonda i rapporti.

Anche se gran parte degli avvistamenti rimane inspiegabile, Scott Bray, vicedirettore dell’intelligence navale statunitense, ha spiegato che non ci sono prove che indichino un coinvolgimento soprannaturale o extraterrestre. “Non abbiamo materiale che suggerisca un’origine non terrestre – ha detto Bray – . Quando dico inspiegabile, intendo tutto, da troppi pochi dati a… dati che abbiamo ma non ci indirizzano verso una spiegazione”.

Boom di avvistamenti UFO negli Stati Uniti

L’audizione al Congresso è stata solo l’ultimo capitolo di rinnovato interesse per gli avvistamenti di UAP dopo l’intensificati dei rapporti di intelligence su possibili minacce alla sicurezza nazionale provenienti, ad esempio, da veicoli che viaggiano a velocità estreme senza mezzi di propulsione visibili. Nel 2020, per indagare su questi fenomeni, all’interno della Dipartimento della Marina americano è stata creata la UAP Task Force e l’udienza di martedì è servita da check-in sul lavoro di questa task force da parte dei vari rappresentanti che si sono interessati all’argomento. “Gli UAP sono inspiegabili; è vero – ha affermato in apertura il rappresentante Andre Carson, presidente della sottocommissione contro il terrorismo, il controspionaggio e la controproliferazione dell’intelligence della Camera – . Ma sono reali. Devono essere indagati e molte minacce che rappresentano devono essere mitigate”.

Per illustrare ciò che la Task Force UAP ha nei suoi archivi, Bray ha mostrato due diversi video di avvistamenti che sono già circolati online e sui media. Uno riguardava un breve filmato, della durata di pochi secondi, ripreso dalla cabina di pilotaggio di un aereo della Marina, che mostrava un piccolo oggetto sferico riflettente che si avvicinava al finestrino. Le immagini sono state utilizzate per mostrare quanto poche siano le prove che la task force riesce ad ottenere dagli avvistamenti. “In molti casi, questo è tutto ciò che un rapporto può includere – ha detto Bray – . E in molti altri casi, abbiamo molto meno di questo”.

Come detto, Bray ha mostrato anche un altro video in cui si vedeva quello che sembra essere un triangolo lampeggiante che si muove nel cielo, osservato attraverso un paio di occhiali per la visione notturna, precisando che per anni la spiegazione dell’avvistamento ha destato perplessità nei funzionari. Successivamente, altri funzionari della Marina hanno registrato un’immagine simile,  osservando anche la presenza di droni nelle vicinanze. Ad oggi, la Task Force dell’UAP è certa che anche il video originale contenesse un drone. “Siamo ragionevolmente fiduciosi che questi triangoli siano correlati ai sistemi aerei senza pilota nell’area – ha aggiunto Bray – . L’aspetto triangolare è il risultato della luce che passa attraverso gli occhiali per la visione notturna e quindi viene registrata da una fotocamera SLR”.

 

La sessione pubblica è stata seguita da una sessione a porte chiuse, in cui i funzionari hanno condiviso informazioni riservate con il Congresso.

L’anno scorso, il Pentagono ha pubblicato un rapporto dettagliato sugli avvistamenti UAP, elencando cinque possibili spiegazioni per questo genere di fenomeni, che includevano cose come disordine aereo, fenomeni naturali nell'atmosfera, tecnologia top-secret degli Stati Uniti o tecnologia di Paesi stranieri, come Russia e Cina. Il rapporto includeva anche una quinta spiegazione – classificata come "altra" – che comprendeva tutto ciò che non è possibile spiegare e che continua a catturare l’immaginazione del pubblico.

Bray ha sottolineato che la Task Force dell’UAP non ha visto alcun relitto che “non sia coerente con l’essere di origine terrestre” pur concentrandosi sulla ricerca di una spiegazione dei fenomeni inspiegabili. “Ci sono una serie di eventi per cui non abbiamo una spiegazione e una piccola manciata per cui ci sono caratteristiche che non possiamo spiegare con i dati che abbiamo – ha affermato Bray – . Sono questi, ovviamente, quelli che ci interessano di più”.

166 CONDIVISIONI
La Nasa crea un team indipendente per studiare gli avvistamenti UFO
La Nasa crea un team indipendente per studiare gli avvistamenti UFO
Cosa sono queste incredibili strutture a nido d'ape avvistate su Marte
Cosa sono queste incredibili strutture a nido d'ape avvistate su Marte
Tutto pronto per il ritorno di Samantha Cristoforetti nello spazio: cosa farà sulla ISS
Tutto pronto per il ritorno di Samantha Cristoforetti nello spazio: cosa farà sulla ISS
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni