"Vogliono che la scuola riapra per riavere indietro le loro babysitter" hanno detto alcuni docenti durante un consiglio scolastico sul web. Un altro ancora ha dichiarato che alcuni genitori volessero i figli fuori dai piedi in modo che potessero assumere droghe durante il giorno. Nel frattempo però, alcune famiglie si erano collegate alla riunione pubblica. Dopo alcuni minuti dall'inizio, è stato comunicato al consiglio scolastico della California che la riunione era aperta al pubblico. A quel punto, la chiamata Webex è passata immediatamente allo stato privato.

Un reporter della NBC ne ha twittato però i contenuti. Due giorni dopo la riunione, l'intero consiglio si è dimesso secondo quanto dichiarato dal sovrintendente del distretto della scuola elementare della Oakley Union. Greg Hetrick, che aveva partecipato alla chiamata, ha incluso in una lettera ai genitori offesi le dichiarazioni di tre ex membri del consiglio. "Siamo profondamente dispiaciuti per i commenti fatti durante la riunione del Bord of Education all'inizio della settimana", avrebbero detto. "La nostra responsabilità è modellare la condotta che ci aspettiamo dagli studenti con il nostro esempio e guidare il personale. Abbiamo l'obbligo di creare fiducia nella leadership distrettuale: i nostri commenti hanno deluso in entrambi i sensi e per questo offriamo le nostre scuse più sentite".

Nelle scuse pubbliche, i membri del consiglio hanno chiesto di "non lasciare che il fallimento intacchi un'ombra sul lavoro eccezionale che stanno facendo i nostri insegnanti, amministratori e impiegati laboriosi", hanno aggiunto. Il sito web del consiglio scolastico ora elenca tutte le posizioni come vacanti. I membri del consiglio di contea intervengono temporaneamente per colmare il vuoto in attesa delle sostituzioni ai ruoli.