Lutto nel Congresso americano. È morto oggi all’età di sessantotto anni il leader democratico Elijah E. Cummings. Figlio di una famiglia di mezzadri afroamericana, Cummings era stato eletto dal 1996 per undici volte consecutive e si è spento dopo una lunga malattia. A dar notizia della morte a Baltimora di Elijah Cummings è stato lo staff del sessantottenne, che ha specificato che Cummings "si è spento nel Johns Hopkins Hospital, in conseguenza di complicazioni di problemi di salute con cui combatteva da tempo". Il deputato democratico era uno dei più fermi oppositori del presidente Donald Trump in Congresso e attualmente guidava la commissione vigilanza della Camera, una di quelle coinvolte nell'indagine per l'impeachment del presidente americano.

"Baltimora infestata dai ratti", lo scontro in estate con Donald Trump – Legato a Barack Obama ancora prima che diventasse presidente, Cummings – che da giovane era stato uno dei leader del movimento per i diritti civili – questa estate si era scontrato con Donald Trump dopo le sue affermazioni contro la città di Baltimora, nel cui distretto elettorale nel Maryland il deputato era eletto, che il Presidente aveva definito un posto “disgustoso, infestato dai ratti, dove nessun essere umano vorrebbe vivere”. Trump contestava il fatto che il deputato di Baltimora investisse tempo ed energia a indagare su di lui invece di preoccuparsi del suo distretto elettorale. Affermazioni che sono state considerate razziste da esponenti democratici ed amministratori della città del Maryland. La stessa città di Baltimora col suo sindaco aveva rispedito i commenti razzisti al mittente replicando alla frase "è infestata dai ratti" con un "è meglio avere topi che essere uno di loro".