video suggerito
video suggerito
Covid 19

Tutti i Paesi che chiederanno il tampone Covid negativo a chi arriva dalla Cina

Dopo l’Italia, prima in Europa, è aumentato il numero dei Paesi che ha reso obbligatorio il tampone Covid negativo per chi arriva dalla Cina, dalla Gran Bretagna alla Francia passando per la Spagna. Stessa decisione presa da Usa, Israele e India.
A cura di Ida Artiaco
19 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Non solo l'Italia è corsa ai ripari contro la nuova ondata di casi Covid in Cina. Nelle ultime ore è aumentato l'elenco dei Paesi che hanno deciso di rendere obbligatorio il tampone per la positività al Coronavirus per coloro che arrivano dal Paese del Dragone.

L'ultimo in ordine cronologico è stato il Regno Unito. "Anche se l'annuncio non è stato ancora formalmente fatto, il ministro della Difesa britannico ha confermato che il governo sta riesaminando la necessità di test per i passeggeri provenienti dalla Cina", scrive la Bbc. Il ministro in questione è Ben Wallace e secondo il sito dell'emittente britannica ha dichiarato che "il governo sta esaminando" le restrizioni.

Stessa decisione è stata presa oggi anche dalla Francia: i viaggiatori che si imbarcano in Cina su voli diretti nel Paese dovranno presentare un test negativo al Covid-19 al momento dell'imbarco effettuato meno di 48 ore prima. Altri test saranno effettuati all'arrivo a campione e i test positivi saranno oggetto di sequenziamento al fine di rilevare possibili nuove varianti del virus, ha indicato una fonte governativa transalpina durante una conferenza stampa.

Prima di Parigi, anche Madrid aveva reso noto che tutti i viaggiatori dalla Cina diretti in Spagna devono presentare un tampone negativo. Obbligo di test in aeroporto, fuori dall'Europa, anche negli Stati Uniti, Canada e in Israele, mentre per primi si erano mossi alcuni Paesi asiatici, dall'India al Giappone, preoccupati dalla possibilità che la nuova violenta ondata di contagi in Cina, che sta mettendo sotto stress il sistema sanitario, possa creare problemi anche nel resto del mondo per lo sviluppo di possibili nuove varianti.

Un Test PCR negativo è richiesto anche prima dell'arrivo in Australia, che lo ha motivato con l'"assenza di informazioni complete" da parte di Pechino sull'ondata di contagi. L'obbligo riguarda anche Hong Kong e Macao. La Corea del Sud ha invece deciso di tenere fuori dall'obbligo i viaggiatori provenienti da queste due ultime destinazioni.

Chi ha deciso per la misura più drastica è stato il Marocco: divieto di ingresso a tutti i passeggeri provenienti dalla Cina, a prescindere dalla nazionalità, fino a nuovo ordine per evitare una nuova ondata di contagi e tutte le sue conseguenze.

Basti pensare che solo ieri quasi la metà dei tamponi fatti ai passeggeri del volo arrivato dalla Cina a Milano Malpensa sono risultati positivi al Covid. L'assessore lombardo al Welfare Guido Bertolaso ha spiegato che "sono 26 i tamponi risultati positivi allo screening effettuato, ieri pomeriggio, a Malpensa, a 56 passeggeri del volo proveniente da Tianjin. Continuiamo quindi a registrare un tasso di positività vicino al 50 per cento".

19 CONDIVISIONI
32820 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views