1.304 CONDIVISIONI
29 Febbraio 2020
14:16

Strage alla festa dell’influencer, ghiaccio secco nella piscina per divertimento: 3 morti

Tragedia alla festa di compleanno di una influencer russa. Il marito ha buttato 25 kg di ghiaccio secco in piscina e questo ha scatenato una forte emissione di C02 che ha ucciso tre persone, lo stesso marito della festeggiata, e altri due amici.
A cura di Giorgio Scura
1.304 CONDIVISIONI

MOSCA – Hanno pensato di raffreddare l'acqua della piscina con il ghiaccio secco, ed è finita in tragedia, con tre persone morte e sette in terapia intensiva. È successo l'altra notte a Mosca durante la festa del 29esimo compleanno di una famosa modella e Instagrammer russa, Ekaterina Didenko. Tra le vittime ci sono Natalia Monakova (nella foto) morta assieme all'amico Yuri Alferov, entrambi 25enni. La causa della morte è avvelenamento da CO2 dopo che il ghiaccio secco è stato mescolato con l'acqua calda della piscina. Altri ospiti hanno subito ustioni chimiche. Terza vittima il marito della festeggiata, Valentin Didenko, 32 anni, che ha scaricato 25 kg di ghiaccio secco nella piscina per creare un drammatico "effetto visivo". Il ghiaccio secco è una forma solida di anidride carbonica e se viene rilasciato in un'area senza un'adeguata ventilazione, può provocare l'inalazione di una quantità pericolosa di gas. La Didenko è nota per aver pubblicato suggerimenti su come risparmiare denaro sui prodotti farmaceutici sulla sua pagina Instagram e ha un milione di seguaci. Successivamente sui social sono spuntati video e foto della tragedia che mostrano ragazze e ragazzi in lacrime.

Il ghiaccio secco è anidride carbonica congelata e produce vapore quando immerso in acqua. Il vapore può causare alti livelli di anidride carbonica nel sangue, quando rilasciato in uno spazio scarsamente ventilato. Valentin voleva che il ghiaccio secco "creasse uno spettacolo di vapore impressionante" mentre gli ospiti delle feste saltavano in piscina. Ma non appena fu versato il ghiaccio, la gente ha iniziato a svenire. I rapporti hanno riferito che Natalia Monakova e Yuri Alferov sono morti a causa di edemi polmonari dopo aver respirato eccessivo monossido di carbonio.

1.304 CONDIVISIONI
Perdono il controllo dell'auto e si schiantano contro il guard-rail: morti due 20enni, altri 3 feriti
Perdono il controllo dell'auto e si schiantano contro il guard-rail: morti due 20enni, altri 3 feriti
Bollettino Covid, i dati di contagi e morti in Italia di martedì 3 gennaio regione per regione
Bollettino Covid, i dati di contagi e morti in Italia di martedì 3 gennaio regione per regione
California, strage in una casa: sei morti, anche una mamma di 17 anni e il suo bambino di 6 mesi
California, strage in una casa: sei morti, anche una mamma di 17 anni e il suo bambino di 6 mesi
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni