26 CONDIVISIONI

Spagna, Pedro Sanchez ottiene la fiducia al Congresso e viene eletto di nuovo primo ministro

Una settimana dopo l’accordo con gli indipendentisti catalani, il leader del PSOE Pedro Sanchez ottiene la fiducia al Congresso e viene eletto premier spagnolo per la terza volta.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Annalisa Girardi
26 CONDIVISIONI
Immagine

Pedro Sanchez è stato eletto premier in Spagna per la terza volta. Il leader del PSOE ha ottenuto la fiducia al Congresso, una settimana dopo essersi assicurato l'appoggio degli indipendentisti catalani, che gli ha permesso di rimanere in carica come presidente del governo spagnolo dopo i quattro mesi di stallo seguiti alle elezioni di quest'estate. Sanchez ha ottenuto 179 voti a favore, appena tre in più della maggioranza assoluta: hanno conferito la fiducia – oltre chiaramente al  PSOE – la coalizione di sinistra Sumar, i partiti indipendentisti catalani Erc e Junts, quelli baschi Bildu e Pnv, il partito galiziano Bng e quello delle Canarie CC . Hanno invece votato contro i popolari del PP, i sovranisti di Vox e il partito navarro UPN.

La scelta di Sanchez di stringere un accordo con gli indipendentisti catalani (appoggio al governo in cambio di una legge sull'amnistia per il tentativo di secessione del 2017) ha comunque creato molte tensioni nel Paese. Vox continua ad accusare Sanchez di aver messo in atto un "colpo di Stato" e anche al Congresso dei deputati, dopo il voto di fiducia, ha accusato il premier neoeletto di essere "diventato un satrapo che sta smantellando la nazione e lo Stato di diritto per il proprio tornaconto".

Dai banchi dei socialisti e dei loro alleati, invece, si sono levati lunghi applausi. Le congratulazioni sono arrivate anche dall'estero. La segretaria del Partito democratico Elly Schlein, ad esempio, ha scritto su X: "Adelante, Pedro! Buon lavoro a Pedro Sanchez, rieletto premier a maggioranza assoluta. Una buona notizia per la Spagna e per l’Europa".

Si tratta del terzo governo guidato da Sanchez negli ultimi cinque anni. La prima volta al Palazzo della Moncloa è stata nel 2018, per sostituire lo sfiduciato Mariano Rajoy. Dopo le elezioni anticipate del 2019, Sanchez riuscì a rimanere in carica, alla guida di una coalizione che univa i socialisti del PSOE allo schiaremanto di sinistra Unidas Podemos. Ora mantiene l'incarico, ancora una volta, dopo elezioni anticipate, convocate da lui stesso dopo il terribile risultato del suo partito alle elezioni locali di maggio.

26 CONDIVISIONI
Congresso Forza Italia, Cattaneo: “Tajani sarà eletto segretario, siamo tutti eredi di Berlusconi”
Congresso Forza Italia, Cattaneo: “Tajani sarà eletto segretario, siamo tutti eredi di Berlusconi”
Congresso Forza Italia oggi a Roma, le notizie in diretta e il programma: Antonio Tajani eletto segretario
Congresso Forza Italia oggi a Roma, le notizie in diretta e il programma: Antonio Tajani eletto segretario
Bernini: "Siamo il centro del Cdx, Tajani la nostra punta di diamante. E la famiglia Berlusconi è con noi"
Bernini: "Siamo il centro del Cdx, Tajani la nostra punta di diamante. E la famiglia Berlusconi è con noi"
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views