839 CONDIVISIONI
29 Novembre 2022
13:39

Sopravvivono 11 giorni in mare aggrappati sul fondo della petroliera, disperato gesto di 3 migranti

La foto dei tre uomini ancora seduti in quella scomoda e soprattutto pericolosa posizione è stata pubblicata dalle stesse autorità spagnole che li hanno salvati poco prima che la nave Alithini II attraccasse nel porto di Las Palmas, sull’Isola di Gran Canaria.
A cura di Antonio Palma
839 CONDIVISIONI

Per raggiungere il sogno di una vita migliore nella ricca Europa, tre migranti africani non hanno esitato a un gesto disperato: si sono aggrappati al fondo di una nave petroliera in navigazione dove sono riusciti a sopravvivere in quelle condizioni per ben undici giorni.

I tre migranti protagonisti dell'incredibile vicenda erano ancora seduti sul timone a poppa della petroliera, con i piedi a pochi centimetri dall'acqua e in equilibrio precario sopra la linea di galleggiamento, quando sono stati individuati dalla guardia costiera spagnola alle isole Canarie, territorio spagnolo al largo della costa nord-occidentale dell'Africa.

La foto dei tre uomini ancora seduti in quella scomoda e soprattutto pericolosa posizione è stata condivisa lunedì sui social dalle stesse autorità spagnole che li hanno salvati poco prima che la nave Alithini II attraccasse nel porto di Las Palmas, sull'Isola di Gran Canaria.

I tre sono stati portati sull'Isola dell'arcipelago e condotti poi in ospedale per le verifiche sanitarie del caso e qui curati per una disidratazione e ipotermia, ma non sembra abbiano subito gravi conseguenze dall'incredibile viaggio

In Spagna non è la prima volta che vengono trovati migranti clandestini sui timoni delle grosse navi che sono abbastanza grandi da poter ospitare qualche individuo. A sorprendere però in questo caso è la permanenza dei tre visto che la nave, battente bandiera maltese,  era salpata ben 11 giorni prima da Lagos in Nigeria e non ha fatto alcun scalo prima di arrivare alle Canarie.

Nell'ottobre 2020, quattro persone si sono nascoste sul timone di una petroliera sempre a Lagos, nascondendosi per 10 giorni prima di arrivare a Las Palmas. "Eravamo molto deboli all'arrivo. Non avrei mai immaginato che potesse essere così difficile" ha raccontato a El Pais uno di loro che all'epoca aveva 14 anni e all'arrivo aveva avuto bisogno di un ricovero.

Secondo i dati spagnoli, il numero di migranti che attraversano l'Africa occidentale per le Isole è aumentato in modo significativo negli ultimi anni dopo che i controlli sulle rotte del Mediterraneo sono stati rafforzati.

Nei primi cinque mesi di quest'anno gli sbarchi sono aumentati del 51% rispetto all'anno precedente. Si tratta sempre di viaggi lunghi, pericolosi e mortali e la maggior parte dei migranti on ha la stessa fortuna dei tre arrivati questa settimana.

839 CONDIVISIONI
Napoli, sbarcati i 106 migranti della Sea Eye 4: 20 ricoverati in ospedale
Napoli, sbarcati i 106 migranti della Sea Eye 4: 20 ricoverati in ospedale
Migranti, Geo Barents ha effettuato un terzo soccorso:
Migranti, Geo Barents ha effettuato un terzo soccorso: "Rispettiamo il diritto del mare"
I migranti della Geo Barents sbarcano, Msf:
I migranti della Geo Barents sbarcano, Msf: "Chi li avrebbe salvati, se non fossimo stati in mare?"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni