3.547 CONDIVISIONI
Guerra in Ucraina
13 Maggio 2022
12:50

Soldati russi uccidono a sangue freddo 2 civili disarmati alla periferia di Kiev: il video della CNN

Le immagini riprese dalla telecamera di sorveglianza di una concessionaria d’auto alla periferia di Kiev e verificate dalla CNN mostrano come almeno 5 soldati russi abbiano ucciso due civili ucraini disarmati a sangue freddo: “Sono carnefici”.
A cura di Ida Artiaco
3.547 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Guerra in Ucraina

Almeno cinque soldati russi che sparano a una coppia di civili disarmati alla periferia di Kiev. È quanto mostrano le immagini di una telecamera di sorveglianza di una concessionaria di automobili ottenute e verificate dalla CNN, che hanno fatto il giro del mondo. Nel video, che risale allo scorso 16 marzo e che è stato condiviso dall'emittente americana, si vedono chiaramente alcuni militari russi fare irruzione nel negozio, spaccando vetri e serrature, prima di sparare senza motivo contro due civili disarmati. Sempre dalle riprese si vede il proprietario della concessionaria avvicinarsi a mani alzate verso i soldati che perquisiscono prima lui e poi il guardiano arrivato poco dopo, forse in cerca di armi. I soldati si allontanano e i due civili vanno verso il posto di guardia dell'attività ma a quel punto altri due soldati arrivano alle loro spalle e aprono il fuoco.

A quanto ha ricostruito la CNN, una delle vittime era il proprietario della concessionaria, la cui famiglia ha chiesto di non essere citata. L'altro era Leonid Oleksiyovych Plyats, 68 anni e faceva il vigilantes: aveva cercato di chiedere aiuto al telefono ai volontari in soccorso che però non hanno fatto in tempo ad arrivare. Lo hanno trovato poco dopo, dissanguato. Uno dei comandanti delle forze di polizia locali ha detto che i due uomini erano stati avvertiti che i russi si stavano avvicinando, ma hanno scelto di restare. Sua figlia, Yulia, non ha ancora visto le immagini che mostrano la morte di suo padre, ma ha detto alla CNN di averle conservate per mostrarle un giorno ai propri figli: "Sono carnefici. È terribile perché mio padre era un civile, aveva 68 anni, un uomo pacifico e disarmato".

Un procuratore ucraino ha dichiarato di avere aperto un'indagine per crimini di guerra dopo avere visto il video ottenuto dalla TV a stelle e strisce. Al momento, l'ufficio del procuratore generale Iryna Venediktova ha detto che sta esaminando più di 10.700 potenziali crimini di guerra che riguardano più di 600 sospetti. Su questo episodio in particolare è intervenuto via Twitter anche il consigliere del presidente Zelensky, Podolyak: "Tutti abbiamo visto il video in cui soldati russi hanno sparato ai civili alla schiena solo per divertimento. Quanti crimini di questo tipo stanno avvenendo in questo momento nell'est e nel sud dell'Ucraina? Il prezzo del ritardo al giorno: centinaia di persone uccise e violentate. Prezzo a settimana – migliaia".

3.547 CONDIVISIONI
2232 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni