Immagine dalla pagina Facebook TUI Cruises - Mein Schiff.
in foto: Immagine dalla pagina Facebook TUI Cruises – Mein Schiff.

I loro incontri amorosi in vacanza erano troppo rumorosi, così due passeggeri di una nave da crociera sono stati costretti a lasciare la loro cabina e a restare confinati su un'isola delle Barbados. A raccontare la disavventura di una coppia di turisti tedeschi è stato il quotidiano inglese Daily Mail. I due sono stati cacciati e lasciati in piena notte su un'isola caraibica, senza neppure i propri effetti personali. Pertanto, hanno  annunciato di voler fare causa alla Tui, la compagnia della nave da crociera Mein Schiff 5, per i danni e il rimborso delle spese sostenute.

I fatti risalgono allo scorso mese di aprile, ma la vicenda è stata portata alla ribalta della cronaca solo nelle ultime ore, quando è stata intrapresa l'azione legale dei due. A fare la segnalazione al personale di bordo dei rapporti troppo rumorosi della coppia sono stati i loro vicini di cabina. A quel punto il capitano della nave ha deciso di far sbarcare la coppia, che al primo giorno di vacanza si è così ritrovata in piena notte su un'isola delle Barbados. "Abbiamo fatto sesso ad alto volume e dopo abbiamo avuto una discussione – raccontano i due turisti  al Daily Mail -. Non abbiamo rotto nulla, non c’era violenza. Abbiamo solo dimenticato la porta del balcone aperta. Era sesso consensuale. Io e mio marito Volker siamo stati fatti sbarcare all’una di notte su un’isola delle Barbados senza le nostre valigie. Da lì abbiamo trovato un aereo per Parigi e poi abbiamo preso un treno", ha spiegato la donna, che ora chiede di essere risarcita. Tui, dal canto suo, ha pubblicato una nota in cui ha confermato la necessità di far allontanare i due passeggeri per "motivi di sicurezza", così come specificato nelle norme di bordo.