Sarà un duro colpo per gli americani giovedì prossimo visto che dovranno fare a meno di uno dei cibi preferiti, gli hamburger. Come riporta il New York Times, infatti, in oltre cento città americane il prossimo 5 dicembre ci sarà il cosiddetto sciopero degli hamburger durante il quale numerosi fast food rimarranno chiusi. Lo sciopero è stato indetto dai dipendenti dei fast food americani per chiedere un aumento dei salari previsti dai contratti di base che ora prevedo un minimo di 7,25 dollari all'ora. Si tratterà del secondo sciopero in poco tempo organizzato da diverse organizzazioni di lavoratori, incluse Fast Food Forward e Fight For 15, che chiedono un aumento dei salari di base almeno a 15 dollari l’ora. Lo sciopero degli hamburger in programma giovedì è appoggiato anche dal sindacato Service Employees International Union, che chiede a ristoranti e fast food di consentire ai propri lavoratori di potersi iscrivere al sindacato senza la minaccia di ritorsioni. Contro le richieste dei lavoratori dei fast food e contro lo sciopero degli hamburger si è schierata la National Restaurant Association. L'associazione dei ristoratori americani respinge le critiche e mette in guardia sui rischi di un aumento dei salari spiegando che un aumento del genere se approvato costringerebbe a tagliare occupazione e nuove assunzioni nel settore.