1.023 CONDIVISIONI
Covid 19
10 Dicembre 2020
07:40

Quattro leoni dello zoo di Barcellona positivi al coronavirus: ignote le cause del contagio

Tre femmine di leone – Zala, Nima e Run Run – e un maschio, Kiumbe, sono risultati positivi al coronavirus all’interno dello zoo di Barcellona. “I leoni sono stati curati con antiinfiammatori veterinari che si somministrano in caso di un’influenza lieve e stanno rispondendo bene”, ha fatto sapere lo zoo in un comunicato.
A cura di Davide Falcioni
1.023 CONDIVISIONI
José, uno dei due leoni trovati morti
José, uno dei due leoni trovati morti
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Il Covid è entrato anche nello zoo di Barcellona ma non ha contagiato custodi e amministratori della struttura, bensì quattro leoni. Lo riporta la Bbc. Si tratta di tre femmine, Zala, Nima e Run Run e un maschio, Kiumbe: ai felini – che da alcuni giorni avevano manifestato lievi sintomi – i veterinari hanno eseguito un tampone che ha dato esito positivo. Il mese scorso erano risultati positivi due impiegati dello zoo ma non è chiaro se gli animali siano stati contagiati da loro, ipotesi che a dire il vero appare abbastanza improbabile visto che la distanza di sicurezza è stata per ovvie ragioni sempre rispettata. "I leoni sono stati curati con antiinfiammatori veterinari che si somministrano in caso di un'influenza lieve e stanno rispondendo bene", ha fatto sapere lo zoo in un comunicato precisando che non hanno avuto contatti con altri animali. È il secondo caso di grandi felini contagiati dal Covid. La prima volta capitò lo scorso aprile a quattro tigri e tre leoni dello zoo del Bronx, a New York.

La possibilità che l'epidemia di coronavirus si diffonda anche tra i leoni è ritenuta tra l'esperti estremamente improbabile: i "re della Savana" sono attualmente classificati come "vulnerabili" nella lista delle specie minacciate dell'Unione internazionale per la conservazione della natura (IUCN). In Africa occidentale, i leoni sono considerati in "pericolo critico" a causa di fattori tutti determinati dall'uomo come la perdita dei loro habitat, il commercio illegale di animali selvatici e i conflitti armati. Più nello specifico, il numero dei leoni africani è crollato di oltre il 40% nelle ultime tre generazioni a causa della mancanza di spazio vitale, afferma il WWF. In natura ne sono rimasti solo  20mila esemplari.

1.023 CONDIVISIONI
30996 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni