1.819 CONDIVISIONI
13 Giugno 2022
16:41

“Putin vuole affamare il mondo”: il professore di Yale spiega il ricatto del grano della Russia

Secondo Timothy Snyder, professore all’Università di Yale, il blocco del grano ucraino fa parte di una volontà precisa di Putin di inserire i generi alimentari nella guerra in Ucraina.
A cura di Antonio Palma
1.819 CONDIVISIONI

Nonostante appelli internazionali, vertici faccia a faccia e ipotesi divario tipo, il grano e i cereali dell'Ucraina continuano a giacere nei depositi dopo l'invasione russa e all'orizzonte non sembra esserci nessuna soluzione immediata. Uno stallo che, secondo molti analisti, è sintomo di una volontà precisa da parte di Putin di inserire i generi alimentari nella guerra in Ucraina e non una conseguenza casuale del conflitto  in corso. La pensa così anche lo storico Timothy Snyder, professore all'Università di Yale e specializzato nella storia moderna dell'Europa centrale e orientale, secondo cui c'è un piano preciso di Putin con tre obiettivi.

"La Russia ha un piano per la fame. Vladimir Putin si prepara a far morire di fame gran parte del mondo in via di sviluppo come fase successiva della sua guerra in Europa" ha dichiarato senza mezzi termini Snyder che fin dallo scoppio della guerra in Ucraina ha apertamente criticato Putin paragonandolo a Hitler nelle sue mire espansionistiche. E anche in questo caso il docente usa il parallelismo tra seconda guerra mondiale e Germania nazista per spiegare quanto sta accadendo per il grano in Ucraina.

"L'orrore del piano per di Putin è così grande che facciamo fatica a comprenderlo. Tendiamo anche a dimenticare quanto il cibo sia centrale per la politica e Alcuni esempi storici possono aiutare a capire" ha spiegato l'esperto,  ricordando che "L'idea che il controllo del grano ucraino possa cambiare il mondo non è nuova. Sia Stalin che Hitler ci hanno pensato".

"Uno degli obiettivi della guerra di Hitler in Unione Sovietica era controllare l'agricoltura ucraina. Hitler voleva esportare il grano ucraino dall'Unione Sovietica alla Germania, nella speranza di far morire di fame milioni di cittadini sovietici" mentre "Stalin con l'agricoltura collettivizzata ha ucciso circa quattro milioni di ucraini e sostenuto che la carestia successiva era colpa degli ucraini nazisti".

"Il piano di Putin penso agisca su tre livelli. In primo luogo, fa parte di un più ampio tentativo di distruggere lo stato ucraino, tagliandone le esportazioni. Poi ha anche lo scopo di generare rifugiati dal Nord Africa e dal Medio Oriente, aree solitamente alimentate dall'Ucraina,  generando instabilità nell'UE" e infine "cosa più orribile, ha lo scopo di creare una carestia mondiale come  sfondo necessario per una campagna di propaganda russa contro l'Ucraina" sostiene Snyder, aggiungendo che "La morte di massa è necessaria come sfondo per una grande opera di propaganda".

"Quando inizieranno le rivolte per il cibo, e con il diffondersi della fame, la propaganda russa incolperà l'Ucraina e chiederà il riconoscimento delle conquiste territoriali della Russia in Ucraina e la revoca di tutte le sanzioni" ha aggiunto il professore, concludendo: "La Russia ha in programma di far morire di fame asiatici e africani per vincere la sua guerra in Europa. Questo è un nuovo livello di colonialismo e l'ultimo capitolo della politica della fame"

1.819 CONDIVISIONI
Ucraina e Russia hanno raggiunto l'accordo sul grano:
Ucraina e Russia hanno raggiunto l'accordo sul grano: "Evitato incubo fame per il mondo"
Giuliano Da Empoli:
Giuliano Da Empoli: "Racconto come Putin è salito al potere affascinando la Russia e il mondo"
Cosa prevede l'accordo sull'export del grano tra Russia e Ucraina che sarà firmato oggi
Cosa prevede l'accordo sull'export del grano tra Russia e Ucraina che sarà firmato oggi
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni