467 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
19 Luglio 2022
18:52

Per i russi l’Ucraina sta schierando in guerra “soldati mutanti”

Secondo la Russia, l’Ucraina sta conducendo degli esperimenti sui militari schierati in guerra. Secondo Mosca, Kiev starebbe collaborando con Washington in alcuni “bio-laboratori”. Il Cremlino ha infatti dato vita a una commissione di inchiesta dedicata.
A cura di Gabriella Mazzeo
467 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

La Russia è convinta che l'Ucraina stia schierando "soldati mutanti" addestrati con l'aiuto degli Stati Uniti in laboratori americani. Non è la trama di un film, ma l'ultima teoria del complotto avanzata da due deputati russi, Konstantin Kosachev e Irina Yarovaya. I due sono stati incaricati di guidare la commissione d'inchiesta di Mosca sui "bio-laboratori" in Ucraina. Pubblicamente, infatti, il Cremlino sostiene che le difficoltà riscontrate sul campo di battaglia siano dovute agli esperimenti condotti da Kiev e Washington sui militari.

Secondo quanto riporta il giornale russo Kommersant, Mosca avrebbe scoperto una "serie di malattie anomale" analizzando alcuni campioni di sangue di prigionieri di guerra. Con tutte le probabilità, si tratta di un altro modo per giustificare la tortura sui militari della fazione nemica. Per il Cremlino invece sarebbero accertamenti per provare l'esistenza di esperimenti statunitensi compiuti per scopi militari. La deputata Yarovaya sostiene che i combattenti di Kiev siano costretti ad assumere "farmaci per neutralizzare le ultime tracce di umanità e renderli più crudeli".

I due deputati sono intervenuti in una riunione parlamentare del consiglio della Federazione Russa. Yarovaya e Kosachev hanno condiviso i "nuovi risultati delle ricerche" con i giornalisti. "Nel sangue dei combattenti ucraini ci sono sostanze sconosciute – ha spiegato ancora Kosachev -. Siamo convinti che siano stati portati avanti degli esperimenti sui militari e che questi abbiano causato l'insorgere di diverse malattie".

La commissione d'inchiesta sui "bio-laboratori" ha reso noti nei mesi scorsi alcuni risultati di ricerche condotte sul territorio della Repubblica popolare di Lugansk e di Mariupol. I deputati avevano dichiarato di aver analizzato banconote infettate dal virus della tubercolosi  e di aver trovato "evidenze di esperimenti" condotti in laboratori veterinari di Mariupol. La commissione prevede di presentare un rapporto finale in autunno, ma per ora sta condividendo alcune delle sue valutazioni con la stampa.

"Abbiamo ragione di credere inoltre che gli americani stiano conducendo studi riguardanti l'influenza aviaria, la suina, il Covid e il vaiolo delle scimmie – ha affermato Yarovaya -. Vogliono usare questi virus come armi per poi dissimulare con la scusa del cambiamento climatico: si tratta di una manovra furtiva per scatenare epidemie".

467 CONDIVISIONI
2810 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni