Scontri tra la polizia ed i manifestazioni (decine di migliaia di persone) che hanno partecipato alla manifestazione odierna a Parigi contro la contro la legge per la sicurezza globale. Lo scrive il sito de Le Parisien pubblicando le foto che, sui social media, mostrano almeno due vetture in fiamme fiamme ed una Mercedes attaccata da dimostranti vestiti di nero, dal volto coperto, che hanno distrutto i finestrini e sono saltati sul parabrezza frantumandolo. Secondo Le Figaro gli agenti hanno esploso dei lacrimogeni contro i dimostranti che, presentandosi come attivisti antifa, hanno cercato di innalzare barricate davanti alle forze di sicurezza lanciando oggetti contundenti.

Perchè si manifesta in Francia

Le manifestazioni di oggi – diverse migliaia di persone hanno marciato anche a Bordeaux, Lille, Lione, Reims, Rouen, Brest, Tolose – nascono dalla protesta contro una proposta di legge (già approvata alla Camera e che deve ora passare al vaglio del Senato) che vorrebbe limitare la possibilità di filmare e condividere le immagini della polizia in servizio.  In caso di approvazione, la eventuale pubblicazione di immagini di agenti “con l'obiettivo di mettere in pericolo il loro benessere fisico o mentale” può essere punita con fino a un anno di reclusione e una multa di 45.000 euro.. Controverso è un articolo che stabilisce che le forze dell'ordine possono portare le proprie armi all'interno di un luogo pubblico anche quando non sono in servizio. Il corteo arriva nel mezzo delle polemiche per il pestaggio da parte della polizia al produttore Michel Zecler, per il quale quattro agenti sono stati sospesi.