È caduto su una barra di ferro che si è fermata a soli 3 centimetri dal cuore. È vivo per miracolo un operaio di 22 anni, protagonista di un incidente che avrebbe potuto costargli la vita. Il ragazzo, dopo un volo di 13 metri mentre lavorava in un cantiere nella città cinese di Huzhou, è rimasto impalato su un’asta di ferro che lo ha trafitto, sfiorandogli la spina dorsale e fermandosi a pochissima distanza dal cuore. una questione letteralmente di centimetri. Subito soccorso, mentre aveva già perso conoscenza, è stato trasportato d’urgenza all’ospedale di Zhejiang, dove è stato operato da una equipe di specialisti che, dopo diverse ore, sono riusciti ad estrarre l'oggetto. Hanno anche spiegato che l'operazione è stata eseguita grazie a un’ecografia in 3D che mostrava il percorso seguito dall’asta nel suo corpo.

La punta acuminata della barra, oltre ad aver attraversato molti organi interni, si è fermata a soli tre centimetri dal suo cuore, ma il ragazzo è riuscito a sopravvivere. Ora il 22enne è ricoverato in ospedale ed è sulla via della guarigione. Il dottor Chen Congcong, uno dei chirurghi che hanno partecipato all'intervento, ha spiegato che "la barra di ferro ha toccato il fegato, l’intestino e i polmoni dell’uomo. Fortunatamente non è arrivato al cuore, altrimenti nessuno avrebbe potuto salvarlo". Oltre a lui, ad eseguire l’operazione, c’erano diversi medici, compresi specialisti del fegato e dell’intestino, i due organi maggiormente interessati dalla rimozione della barra.