8 Novembre 2021
18:46

Obama accusa Trump, ma Vanessa Nakate punta il dito contro di lui: “Ci hai tradito”

L’intervento dell’ex presidente al Cop26 di Glasgow. Dure accuse ai leader di Cina e Russia: “Assenza di Xi e Putin è scoraggiante” Ma la giovane attivista Vanessa Nakate twitta un video di 12 anni fa: “Avevi promesso 100 miliardi per il clima. Tu vuoi incontrare i giovani della COP26. Noi vogliamo i fatti”.
A cura di Biagio Chiariello

"Quando avevo 13 anni, nel 2009, avevi promesso 100 miliardi di dollari per finanziare la lotta al cambiamento climatico. Gli Stati Uniti hanno tradito le loro promesse, questo costerà perdite di vite umane in Africa". Lo scrive l'attivista Vanessa Nakate su Twitter postando un video di 12 anni fa in cui l'allora presidente USA Barack Obama interveniva alla Cop15 assicurando politiche per combattere il cambiamento climatico. "Il paese più ricco della Terra non contribuisce abbastanza ai fondi salvavita", rincara la dose l'attivista, attaccando: "Tu vuoi incontrare i giovani della COP26. Noi vogliamo i fatti".

L'intervento di Obama al CoP26 di Glasgow

Da parte sua Obama, aprendo il suo intervento sul clima alla CoP26 a Glasgow, ha messo in evidenzia che "il tempo sta scadendo: abbiamo fatto significativi progressi dall'accordo di Parigi ma dobbiamo fare di più" sia "collettivamente che individualmente". L'ex numero uno della Casa Bianca non nasconde la propria preoccupazione: il mondo, sottolinea, non è "neanche lontanamente" dove dovrebbe essere. L'ex presidente Usa loda i giovani e la loro ‘impazienza vitale', e non manca il riferimento a Greta Thunberg: "Due anni fa lei ha ispirato migliaia di giovani. Ora il mondo è pieno di Grete", ha detto Barack Obama. L'ex presidente americano ha però ammonito che se "le proteste sono necessarie", per costruire le coalizioni necessarie "dobbiamo persuadere quelli che non sono d'accordo o che sono indifferenti". Quindi ha accusato non solo il suo successore, Donald Trump, del ritardo degli Stati Uniti nella lotta al cambiamento climatico, ma anche Russia, Cina e India, sottolineando come sia "stato molto scoraggiante vedere i leader di due dei maggiori Paesi emettitori rifiutarsi persino di partecipare ai lavori".

Alice Scagni uccisa a coltellate dal fratello, la madre: “Alberto pericoloso: nessuno voleva curarlo”
Alice Scagni uccisa a coltellate dal fratello, la madre: “Alberto pericoloso: nessuno voleva curarlo”
Le notizie del 4 agosto sulla guerra in Ucraina
Le notizie del 4 agosto sulla guerra in Ucraina
Arrestata e rilasciata poco dopo la giornalista che ha sfidato Putin con un cartello contro la guerra
Arrestata e rilasciata poco dopo la giornalista che ha sfidato Putin con un cartello contro la guerra
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni