15.394 CONDIVISIONI
Coronavirus
9 Dicembre 2020
11:41

Nel Regno Unito reazioni in 2 soggetti, la decisione dell’Mhra: “Stop vaccino per chi è allergico”

L’agenzia del farmaco britannica (Mhra) ha avvertito che chi ha una storia clinica di allergie “significative” non dovrebbe sottoporsi alla vaccinazione contro il Coronavirus con il vaccino Pfizer-BioNTech dopo che due sanitari, dipendenti di case di riposo, hanno subito una reazione allergica nella prima giornata di campagna vaccinale nel Regno Unito.
A cura di Ida Artiaco
15.394 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

L'agenzia del farmaco britannica ha avvertito che chi ha una storia clinica di allergie "significative" non dovrebbe sottoporsi alla vaccinazione contro il Coronavirus con il vaccino Pfizer-BioNTech. La decisione della Medicines and Healthcare products Regulatory Agency (MHRA) è arrivata dopo che due sanitari, che ieri hanno ricevuto la prima dose del vaccino insieme ad altre centinaia di persone, hanno subito una reazione allergica. Il servizio sanitario nazionale britannico ha detto che tutti gli ospedali coinvolti nel programma vaccinale iniziato ieri sono stati informati della raccomandazione della Mhra di evitare la somministrazione a chi abbia avuto in passato episodi seri di allergia.

Chi sono i soggetti che hanno sviluppato allergie

Si tratta di procedure standard, ha poi minimizzato il professor Stephen Powis, direttore medico dell'Nhs in Inghilterra osservando come sia "comune che la Mhra suggerisca cautele in caso di nuovi vaccini per le persone con una storia significativa di allergie". Powis ha inoltre assicurato che i due sanitari andati incontro ieri a reazioni di questo tipo dopo la vaccinazione anti Covid non sono in gravi condizioni e "stanno entrambi riprendendosi bene". Si tratta di operatori sanitari di circa 40 anni di case di cura e ricovero, che rientrano nelle categorie a cui per prime è destinato il siero contro il Coronavirus, insieme a over 80 e personale del sistema sanitario nazionale. Nella prima tranche di vaccino saranno somministrate 800mila dosi, secondo il piano previsto dal governo ed entro fine anno potranno essere vaccinate quattro milioni di persone contro il Covid-19.

Il piano vaccinale nel Regno Unito

William Shakespeare, seconda persona a vaccinarsi nel Regno Unito (Getty).
William Shakespeare, seconda persona a vaccinarsi nel Regno Unito (Getty).

Secondo June Raine, numero uno dell'Mhra, "dagli studi clinici non era emersa questa caratteristica, ma ci sarà vigilanza prima, durante e dopo la somministrazione del vaccino, il che ci permetterà di intervenire il prima possibile". La prima a ricevere il vaccino ieri durante il V-Day, come l'ha ribattezzato la stampa inglese, è stata Margaret Keenan, 90 anni e originaria dell'Irlanda del Nord, seguita dal signor William Shakespeare.

Margaret Keenan, prima persona a ricevere il vaccino in Uk.
Margaret Keenan, prima persona a ricevere il vaccino in Uk.
15.394 CONDIVISIONI
27454 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni