Sotto esame per settimane a causa di un bilancio delle vittime del Covid 19 tanto basso da portare i funzionari russi a definirlo un "miracolo", le autorità sanitarie di Mosca ora affermano di aver "corretto" il loro conteggio per il mese di aprile e hanno scoperto che il numero delle persone realmente decedute è più del doppio rispetto a quello riportato inizialmente. Il ricalcolo, annunciato dal dipartimento sanitario municipale della capitale, ha seguito un acceso dibattito sull'accuratezza dei dati russi. Eppure, nonostante il numero di vittime ufficiali sia più che raddoppiato, Mosca ha ancora un tasso di mortalità da coronavirus molto più basso rispetto alle altre principali città della Russia.

La Russia, con 387.623 casi da coronavirus, è il terzo paese più colpito dopo gli Stati Uniti e il Brasile. Ma ha costantemente riportato un numero inferiore di decessi rispetto agli USA e all'Europa, portando funzionari e organi di stampa controllati dallo stato a parlare di "miracolo" per quanto il numero di infezioni continui a salire. Il dipartimento sanitario locale ha dichiarato che, secondo una "nuova metodologia di conteggio" che include le malattie fatali correlate al coronavirus come "catalizzatore" ma non necessariamente causate da esso, 1.561 persone sono decedute nella capitale ad aprile, non 639 come riportato in precedenza. Secondo tale incremento, ha comunicato il dipartimento, Mosca ha fatto segnare un tasso di mortalità in aprile del 2,8 percento, il doppio di quello del precedente sistema di conteggio, ma ancora "innegabilmente inferiore" rispetto al 10 percento registrato a New York e il 23 percento di Londra.

Va comunque detto che i dati di aprile forniscono comunque un quadro incompleto, poiché l’esplosione della pandemia a Mosca si è avuta solo a metà mese, il che significa che i dati sulla mortalità per maggio forniranno una visione più chiara di cosa è successo in Russia. I funzionari sanitari della capitale hanno avvertito questa settimana che i decessi potrebbero aumentare drasticamente questo mese.