330 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Morto in carcere il giornalista bielorusso Lednik, condannato per un articolo contro Lukashenko

“La morte di Igor Lednik è un tragico simbolo della brutalità del regime di Lukashenko” ha accusato una delle principali figure della dissidenza al regime bielorusso. Il giornalista era stato accusato e condannato per diffamazione del presidente Alexander Lukashenko.
A cura di Antonio Palma
330 CONDIVISIONI
Immagine

È morto in carcere il giornalista e dissidente bielorusso Igor Lednik, condannato a tre anni di prigione per un articolo contro il presidente della Bielorussia, Alexander Lukashenko. A darne notizia è il Partito Assemblea socialdemocratica bielorussa che si oppone al regime dell'ex repubblica sovietica. La causa ufficiale del decesso del 64enne attivista è un arresto cardiaco.

Igor Lednik è morto nell'ospedale distrettuale di Minsk dove era stato trasferito nelle ultime ore per l’aggravarsi delle sue condizioni nel carcere della regione di Mogilev. Il giornalista bielorusso infatti stava scontando una pena dal 2022 per un articolo contro il regime e per il quale era stato accusato di diffamazione del presidente Alexander Lukashenko. In cella però le sue condizioni erano peggiorate e Lednik aveva subito un intervento chirurgico al tratto gastrointestinale e ormai soffriva di gravi problemi cardiaci.

Immagine

Igor Lednik era finito nel mirino delle autorità bielorusse per un articolo pubblicato nel 2020 in cui attaccava Lukashenko e che per i giudici del regime ha leso l'onore e la dignità del capo dello Stato.

Lednik sosteneva la necessità della separazione definitiva tra Russia e Bielorussia e accusava Lukashenko di aver trasformato il Paese in una dittatura. Inizialmente condannato a soli 15 giorni di arresti domiciliari, a luglio 2022 il tribunale del distretto di Borisov ha riconosciuto i testi sul profilo Facebook di Igor Lednik come "materiale estremista".

"Questa morte è un tragico simbolo della brutalità del regime di Lukashenko che deve essere ritenuto responsabile di ogni morte” ha dichiarato l’ex candidata presidenziale Svetlana Tikanovskaya, una delle principali figure della dissidenza anti-Lukashenko. Secondo l'organizzazione per i diritti umani Viasná, Lednik è il quinto prigioniero politico bielorusso a morire dietro le sbarre dal maggio 2022.

330 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views