626 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
9 Maggio 2022
18:22

Missili su Odessa durante visita di Michel: presidente Consiglio Ue si ripara in rifugio antiaereo

Il presidente del Consiglio europeo Charles Michel si trovava in visita a sorpresa a Odessa quando è stato costretto a mettersi a riparo in un rifugio antiaereo a causa di un raid russo.
A cura di Annalisa Girardi
626 CONDIVISIONI
Fonte: Twitter, Kharkiv Human Rights Protection Group
Fonte: Twitter, Kharkiv Human Rights Protection Group
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

Il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, è stato costretto a ripararsi in un rifugio antiaereo mentre era in visita ad Odessa a causa di un raid missilistico russo. Il tutto è accaduto durante l'incontro con il premier ucraino Denys Shmyhal: all'allarme i due sono stati costretti alla fuga e a mettersi al sicuro il prima possibile. I due stavano discutendo di aiuti umanitari, economici e militari da Bruxelles a Kiev. Come si vede dalle immagini che circolano sui social, la discussione è proseguita nel rifugio sotterraneo.

Michel si è recato a sorpresa nella città portuale di Odessa in una giornata particolare. Da un lato in Russia si tengono le celebrazioni per la vittoria sul nazismo, con parate militari a Mosca e il discorso di Vladimir Putin alla nazione, ma dall'altro il 9 maggio è anche la festa dell'Europa. Il presidente del Consiglio europeo ha deciso di passare questa giornata a Odessa: su Twitter ha condiviso diverse immagini della sua visita nella città, sottolineando come l'Unione europea sia al fianco dei suoi cittadini che stanno lottando contro Mosca per la libertà.

Nel momento dell'attacco missilistico che ha costretto Michel nel rifugio antiaereo il presidente del Consiglio europeo stava appunto discutendo con il premier ucraino e visitando la zona sud ovest della città per vedere l'impatto della guerra su più livelli: sul territorio, sulla popolazione civile, sulle catene di approvvigionamento che collegano il porto di Odessa al resto d'Europa.  Oggi Michel ha parlato anche con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in videoconferenza, sempre accompagnato dal premier Shmyhal: "Il vostro coraggio è impressionante. Il sostegno umanitario, economico e militare dell'UE non vacillerà", ha scritto sui social.

"Apprezzo la posizione coraggiosa del presidente del Consiglio Europeo e la sua personale presenza ad Odessa. Sono grato del costante sostegno da parte della Ue in tante aree", ha commentato Zelensky su Telegram. Shmyhal da parte sua ha fatto sapere: "In un incontro a Odessa, che è stata recentemente colpita dai missili russi, ho discusso con il presidente del Consiglio europeo della necessità di adottare un sesto pacchetto di sanzioni per aumentare la pressione su Mosca. L'ho ringraziato per la disponibilità a ricostruire l'Ucraina e ho sottolineato l'importanza dell'integrazione nella Ue per l'Ucraina".

626 CONDIVISIONI
2542 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni