Guerra in Ucraina
8 Dicembre 2022
10:27

Mille bombe russe su strutture energetiche ucraine, altri nove civili morti nel Donetsk

Sono oltre mille i missili russi che hanno colpito strutture energetiche ucraine negli ultimi otto attacchi. Mosca conferma la sua strategia, altri 9 civili morti nel Donetsk.
A cura di Tommaso Coluzzi
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Guerra in Ucraina

Sono più di mille i missili e i razzi russi che hanno colpito le strutture energetiche ucraine, solamente negli ultimi otto attacchi. Da tempo l'esercito di Putin ha preso di mira le strutture elettriche di Kiev, per mettere in ginocchio la popolazione e tutto il Paese in vista del lungo inverno. A confermare l'altissimo numero di attacchi e di missili caduti è il presidente dell'azienda elettrica ucraina Ukrenergo, Volodymyr Kudrytsky: "Questi attacchi rappresentano il più grande colpo alla rete elettrica che l'umanità abbia mai visto – ha sottolineato, secondo quanto riporta Interfax – Più di mille proiettili e missili sono stati lanciati contro le linee elettriche causando gravi danni all'Ucraina".

"Nonostante abbiamo perso dal 25% al 30% dei consumi rispetto al periodo prebellico – ha poi continuato – la carenza di capacità di generare corrente è maggiore e grave". In buona parte delle grandi città non c'è energia elettrica, come segnalato già da settimane in varie zone dell'Ucraina. E la situazione sembra destinata solo a peggiorare.

Nel frattempo nel Donetsk sono stati uccisi nove civili nelle ultime 24 ore. I bombardamenti russi proseguono: "Il 7 dicembre i russi hanno ucciso nove civili della regione di Donetsk – ha confermato il capo dell'amministrazione militare regionale Pavlo Kyrylenko – sei a Kurakhovo, uno nel villaggio di Krasnohorivka, uno a Ivanovka e uno a Bakhmut". Ci sono anche quindici feriti.

Altri missili russi hanno colpito nelle prime ore del mattino la città di Kupyansk, nella Regione orientale di Kharkiv. Il capo dell'amministrazione militare regionale Oleg Synegubov ha spiegato che ci sono distruzioni e incendi ma nessuna vittima: "Il nemico continua a bombardare la città di Kupyansk e gli insediamenti di Kharkiv Oblast situati vicino alla linea di contatto. Oggi intorno alle 4.30 il nemico ha lanciato un attacco missilistico, un S-300 ha colpito un edificio amministrativo. Non ci sono vittime".

3313 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni