578 CONDIVISIONI
Il conflitto tra Israele e Palestina
17 Giugno 2021
22:42

Medio Oriente, aerei israeliani attaccano Gaza: bombe su siti controllati da Hamas

Nuovo attacco di Israele a Gaza a poche settimane dall’ultima tregua: l’esercito israeliano ha infatti colpito pochi minuti fa obiettivi di Hamas nel nord della Striscia, a Beit Lahia, come riferiscono i media palestinesi. L’attacco sarebbe in risposta al continuo lancio da giorni di palloni incendiari dalla Striscia verso le zone israeliane a ridosso di Gaza.
A cura di Ida Artiaco
578 CONDIVISIONI
Immagine di repertorio.
Immagine di repertorio.
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Il conflitto tra Israele e Palestina

Sale di nuovo la tensione in Medio Oriente: l’esercito israeliano ha infatti colpito pochi minuti fa obiettivi di Hamas nel nord della Striscia di Gaza, a Beit Lahia. Lo riferiscono i media palestinesi. Secondo Times of Gaza sarebbero stati bombardati 10 siti dell'organizzazione. L’attacco, come ha sottolineato la stampa israeliana ricordando che è il secondo, è in risposta al continuo lancio da giorni di palloni incendiari dalla Striscia verso le zone israeliane a ridosso di Gaza, che hanno provocato otto roghi a Sud, nonostante la tregua raggiunta dopo l’ultimo conflitto di maggio.

Anche oggi sono arrivati diversi palloni incendiari che hanno appiccato roghi nei campi, ma non si sono registrati feriti. L'operazione di questa sera è stata anche confermata dalle forze di difesa israeliane (IDF). I bombardamenti sono ancora in corso.

Già nella notte tra martedì e mercoledì, dunque, l’esercito di Israele aveva bombardato alcuni edifici nella Striscia di Gaza in risposta al lancio di palloncini incendiari verso i territori israeliani da parte dei gruppi armati della Striscia. L'attacco è stato il primo deciso dal nuovo governo guidato da Naftali Bennett, entrato in carica domenica dopo dodici anni di mandato di Benjamin Netanyahu. In un comunicato, l’esercito israeliano aveva fatto sapere di aver "colpito edifici militari che appartenevano all’organizzazione terroristica Hamas, e che erano usati come basi e luoghi d’incontro per i terroristi di Hamas delle brigate di Khan Yunis e Gaza".

Si tratta della prima escalation di violenza da quando il cessate il fuoco ha posto fine a 11 giorni di conflitto tra Israele e Hamas il mese scorso, quando sono state uccise 13 persone in Israele e almeno 248 palestinesi a Gaza, tra cui numerosi minori. Sia Israele che Hamas hanno affermato che il cessate il fuoco mediato dall'Egitto resta "fragile", come ricorda Haaretz.

578 CONDIVISIONI
55 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni