Valentina Sanna, 14 anni (Facebook).
in foto: Valentina Sanna, 14 anni (Facebook).

Uccisa a 14 anni da una rara forma di meningite. Tragedia nel Regno Unito, dove Valentina Sanna, stella nascente del balletto inglese, è morta improvvisamente a Capodanno dopo aver accusato un malore. La ragazza ha contratto la malattia mentre si trovava in vacanza in Sardegna, suo paese d'origine, con i suoi genitori e le due sorelle, ma la notizia ha cominciato a circolare solo nelle ultime ore sulla stampa britannica. Dal giorno di Santo Stefano aveva lamentato un forte mal di testa, a cui sono seguiti febbre alta e malessere. Si trattava di sintomi molto simili all'influenza, ma che poi sono repentinamente peggiorati. Trasferita d'urgenza in ospedale, dove le è stata diagnosticata la patologia, la ballerina, che viveva in una cittadina del Merseyside, è deceduta il primo gennaio dopo tre giorni di agonia. Il papà di Valentina, Alberto, musicista di professione, ha detto che lui, la madre e le due sorelle dell'adolescente sono "devastati per quanto successo".

La 14enne era una danzatrice di talento. Sin dall'infanzia si allenava per sei giorni alla settimana alla Procter Dance Academy di Crosby, ma la sua abilità l'ha portata a guadagnare un posto alla prestigiosa Royal Ballet School con sede presso la Royal Opera House del Covent Garden, a Londra. Dopo la sua morte, i genitori hanno deciso di donarne gli organi, che hanno salvato altre quattro persone. "È stato un sollievo per noi sapere che il suo sacrificio sarebbe servito a dare una nuova vita ad altri pazienti", ha fatto sapere il papà. La famiglia ha inoltre dichiarato di voler onorare la memoria di Valentina dando vita ad una associazione benefica, molto simile a quella che gestisce a Liverpool e che aiuta a fornire ai giovani meno fortunati della zona lezioni di musica gratuite.