242 CONDIVISIONI
Ultime notizie sulla scomparsa di Maddie McCann
13 Luglio 2020
11:17

Maddie McCann, gli investigatori cercano il corpo: al setaccio più di 20 pozzi in Portogallo

La polizia portoghese è impegnata a passare al setaccio più di 20 pozzi nella regione dell’Algarve, in Portogallo, dove pensano possano essere stati nascosti i resti di Maddie McCann, la bimba inglese scomparsa da un resort di Praia da Luz nel 2007 quando aveva 3 anni. Vigili del fuoco e sommozzatori si stanno concentrando sulla zona di Boca Do Rio, dove proprio nel 2007 è stato fotografato il camper di Christian Brueckner, principale sospettato per la sparizione della piccola.
A cura di Ida Artiaco
242 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Ultime notizie sulla scomparsa di Maddie McCann

Il corpo di Maddie McCann, la bimba inglese scomparsa nel maggio del 2007 mentre era in vacanza con la famiglia in Portogallo quando aveva 3 anni, potrebbe essere stato nascosto in un pozzo dopo la sua uccisione. Per questo, gli investigatori stanno passando al setaccio più di 20 pozzi in Algarve, la regione dove si trova il resort in cui la piccola si trovava insieme ai genitori e ai fratellini al momento della sparizione. Lo riporta la stampa britannica, aggiungendo che la ricerca cominciata giovedì scorso non ha portato i risultati sperati ma che le operazioni proseguono a ritmo serrato. Già tre sono i pozzi controllati dalle forze dell'ordine nella zona di Vila do Bispo, a meno di mezz’ora di auto a ovest di Praia da Luz, la località da dove si sono perse le tracce della piccola. Ma dei suoi resti ancora nessuna prova.

Le ricerche degli inquirenti si starebbero ora concentrando nei pressi della spiaggia, dove proprio nel 2007 è stato fotografato il camper di Christian Brueckner, il pedofilo tedesco, oggi 43enne, principale sospettato per la scomparsa di Maddie. Vigili del fuoco e sommozzatori si starebbero quindi spostando verso Boca Do Rio, dove l'uomo è stato avvistato più volte. Ma le operazioni sarebbero solo all'inizio, mancando all'appello una ventina di pozzi ancora da controllare, oltre a potenziali nuovi testimoni da interrogare. La polizia tedesca sta dirigendo le unità di ricerca speciali portoghesi per perseguire nuove linee di indagine che potrebbero incastrare definitivamente Brueckner, attualmente detenuto in carcere a Kiel per aver violentato una turista americana ultrasettantenne sempre in Portogallo.

Jim Gamble, detective a capo dell'unità della National Crime Agency che riguarda i minori, ha dichiarato: "Il livello di prove circostanziali che indicano Brueckner coe autore della morte della bambina è notevole. Ne è conferma il fatto che la polizia è così fortemente coinvolta e sta conducendo questa ricerca dettagliata e difficile". Prove che però non sono state comunicate ai genitori di Maddie, che intanto continuano ad essere dilaniati dal dolore. Una fonte di famiglia ha dichiarato: "È un periodo di agonia prolungata. Non hanno ancora idea di quali prove abbia la polizia per suggerire che la bambina sia morta. Non sanno nulla, siamo molto dispiaciuti perché non solo hanno dovuto sopportare una situazione difficile per 13 anni, ora c'è anche questo". Al momento, di concreto restano solo le parole del  procuratore tedesco Hans Christian Wolters che giorni fa aveva dichiarato: "Non abbiamo il corpo e nessuna parte di esso, ma abbiamo prove sufficienti per dire che il nostro sospettato ha ucciso Madeleine McCann".

242 CONDIVISIONI
Maddie McCann, gli inquirenti tedeschi: "Entro pochi mesi risolveremo il caso della scomparsa"
Maddie McCann, gli inquirenti tedeschi: "Entro pochi mesi risolveremo il caso della scomparsa"
Maddie McCann, la polizia tedesca vuole tornare Portogallo: "Abbiamo informazioni eccellenti"
Maddie McCann, la polizia tedesca vuole tornare Portogallo: "Abbiamo informazioni eccellenti"
Maddie, dal carcere Brueckner rifiuta di collaborare: "Se sono colpevole lo provino"
Maddie, dal carcere Brueckner rifiuta di collaborare: "Se sono colpevole lo provino"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni