213 CONDIVISIONI
Covid 19
27 Aprile 2021
11:39

L’OMS ai paesi africani: “Non distruggete i vaccini Covid scaduti, potrebbero funzionare ancora”

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha esortato i paesi africani a non distruggere i vaccini contro il Covid-19 che potrebbero essere già scaduti, chiedendo loro di continuare a conservarli in attesa di ulteriori indicazioni e di studi che ne testino eventualmente efficacia e sicurezza anche dopo la scadenza.
A cura di Davide Falcioni
213 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha esortato i paesi africani a non distruggere i vaccini contro il Covid-19 che potrebbero essere già scaduti, chiedendo loro di continuare a conservarli in attesa di ulteriori indicazioni e di studi che ne testino eventualmente efficacia e sicurezza anche dopo la data di scadenza indicata dal produttore. L'appello dell'OMS arriva dopo che Sud Sudan e Malawi hanno annunciato che avrebbero distrutto più di 70.000 dosi del jab Oxford-AstraZeneca perché scadute a metà aprile.

Il Sud Sudan ha ricevuto i vaccini grazie a una donazione dell'Unione Africana. A causa di problemi logistici, tuttavia, le prime somministrazioni sono state rinviate di un mese e le vaccinazioni sono attualmente in corso grazie a un altro lotto di 132 mila dosi ricevuto a marzo nell'ambito dell'iniziativa Covax per l'equo accesso al vaccino da parte dei Paesi più poveri. Richard Laku, responsabile degli incidenti governativi, ha detto che anche se il Sud Sudan avesse iniziato le vaccinazioni utilizzando le 60 mila dosi di AstraZeneca, non le avrebbe esaurite prima della loro data di scadenza.

Qualcosa di molto simile è accaduto in Malawi: il governo ha annunciato che distruggerà oltre 16mila vaccini contro il Covid-19 che hanno raggiunto la data di scadenza. A renderlo noto il ministro della Salute, Charles Mwansambo, precisando che le dosi interessate sono parte delle 102mila inviate dall'Unione africana (Ua) il mese scorso. Il ministro ha spiegato alla stampa che il governo ha usato "la maggior parte" del lotto di vaccini inviati dall'Ua, e che quando questi sono arrivati alla data di scadenza ne rimanevano 16.400. Il Malawi ha finora ricevuto 530mila dosi attraverso l'iniziativa globale Covax, l'Unione africana e il governo indiano.

Ora però è arrivato l'invito dell'OMS a non distruggere le dosi scadute, in attesa di conoscere qualcosa di più sulla loro sicurezza ed efficacia nel prevenire i contagi o lo sviluppo di gravi forme di Covid. La decisione finale sull'opportunità di utilizzare i jab scaduti spetterà comunque alle autorità nazionali di regolamentazione dei farmaci.

213 CONDIVISIONI
28157 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni