Due colpi alle gambe e poi la tentata fuga prima dell'intervento della polizia. Stanno facendo il giro del web le sorprendenti immagini di un uomo di 93 anni che per vendetta ha esploso colpi di pistola contro il responsabile della manutenzione del suo condominio a Las Vegas, Stati Uniti. L'uomo, infatti, avrebbe perso le staffe dopo che il suo appartamento si è allagato. E' successo lo scorso 2 gennaio, ma solo nelle ultime ore la polizia locale ha diffuso il video ripreso dalle telecamere di sorveglianza.

Robert Thomas, questo il nome del protagonista della vicenda, si è presentato indossando un cappotto e un cappello nero con l'arma nell'ufficio del responsabile, dopo averla brandita davanti agli altri lavoratori terrorizzati. Una di loro ha chiamato i soccorsi ma era già troppo tardi.

Dopo aver sparato allo schermo del pc, Thomas ha esploso due colpi alle gambe dell'uomo. L'agente Ronald Hornyak, 45 anni, e il suo collega sono arrivati ​​sulla scena pochi minuti dopo e hanno sparato a loro volta al 93enne, mancandolo di pochi centimetri, prima di trascinarlo a terra e arrestarlo. Nonostante la sua età, è stato trasferito nel carcere della contea di Clark con l'accusa di tentato omicidio e detenzione illegale di arma da fuoco. È apparso in tribunale su una sedia a rotelle il 3 gennaio e non è stato in grado di ascoltare quanto dichiarato in aula senza l'ausilio di cuffie, come riporta Fox5 Las Vegas. "Lo farei di nuovo", ha detto l'anziano ai giudici. La vittima, invece, è stata portata al pronto soccorso dell'ospedale locale, ma è stata dimessa il giorno seguente e sta proseguendo la sua convalescenza a casa.