7.539 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
28 Aprile 2022
15:53

La tv russa definisce probabile un attacco nucleare: “Moriremo tutti, prima o poi”

Per i giornalisti russi la “guerra nucleare è inevitabile”, del resto “moriremo tutti un giorno” ma “almeno noi andremo in paradiso”. Alcuni momenti del dibattito in tv allo show di Vladimir Solovyov, il più famoso e influente anchorman russo e fedelissimo di Putin.
A cura di Biagio Chiariello
7.539 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

"Finirà tutto con un attacco nucleare”. Si fanno sempre più fosche le tinte dei talk show russi, nei quali si parla apertamente di una possibile svolta nucleare alla guerra in Ucraina. È stato il Daily Beast a riportare alcune frasi pronunciate in tv, che restituiscono un po' il clima che si respira in questi giorni a Mosca. Nello specifico la giornalista del media USA e curatrice del Russian Media Monitor, Julia Davis, mostra una carrellata dei momenti di un dibattito sull'"operazione speciale" voluta da Vladimir Putin, andati in onda negli ultimi giorni sulle reti legate Cremlino.

Si comincia da Vladimir Avatkov, diplomatico del Ministero degli Affari esteri, che nel corso dello show 60 Minuti ha fatto un'analisi tutt'altro che rosea del'attuale situazione bellica: "Quello che sta succedendo non riguarda l'Ucraina, ma il futuro ordine mondiale, nel quale non c'è spazio per l'egemonia e dove la Russia non può rimanere isolata". La conduttrice Olga Skabeeva, parlando del vertice Nato a Ramstein, ha definito l'ipotesi di un riarmo occidentale la "dimostrazione che questa è davvero la terza guerra mondiale, non più solo un'operazione speciale, con quaranta paesi contro di noi… Hanno dichiarato guerra".

Ma le frasi più dense di significati arrivano dalla trasmissione di Vladimir Solovyov, il più famoso e influente anchorman russo e fedelissimo di Putin, che in diretta ha condannato l'Occidente per non aver ascoltato gli avvertimenti del Cremlino: "Lavrov aveva detto loro che questo avrebbe portato alla terza guerra mondiale, ma preferiscono giocare in grande… Questi sono dei bast**di senza morale". A queste parole ha risposto la giornalista Margarita Simonyan: "Tutto finirà con un attacco nucleare. Per me è il risultato più probabile. Questo da un lato mi fa orrore, ma dall'altro ho la consapevolezza che è quello che è". Solovyov ha quindi aggiunto: "Ma noi andremo in paradiso, mentre loro semplicemente gracchiano". Simonyan ha concluso cercando di "confortare" il pubblico: "Moriremo tutti un giorno". 

7.539 CONDIVISIONI
2582 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni