Coronavirus
19 Luglio 2021
14:21

La Scozia non segue l’Inghilterra. La premier: “Il freedom day è insensato, rispettiamo le regole”

La prima ministra scozzese Nicola Sturgeon ha infatti ricordato che il “freedom day” si applica solo in Inghilterra e non invece in Scozia, unica nazione del Regno Unito in cui i contagi di Covid sono in diminuzione. Per questo si continua a investire sulla campagna di vaccinazione e sul contenimento delle infezioni.
A cura di Davide Falcioni
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

La Scozia dice no alla revoca delle restrizioni per il contenimento dei contagi. La prima ministra  Nicola Sturgeon ha infatti ricordato che il "freedom day" si applica solo in Inghilterra. "Dal momento che le discussioni sul ‘giorno della libertà' dominano, ricordate che riguardano solo per l'Inghilterra. Vogliamo tutti essere ‘liberi' dal Covid, ma non possiamo semplicemente desiderare che se ne vada. È insensato parlare di riaperture. Anche se i casi che si registrano in Scozia stanno diminuendo, il virus è ancora una minaccia. Mantenere determinate misure mentre va avanti la vaccinazione è importante," ha scritto la premier scozzese su Twitter, sconfessando di fatto quanto fatto da Boris Johnson, primo ministro del Regno Unito. Sturgeon  ha ricordato ai cittadini che si trovano in Scozia che le misure di distanziamento sociale sono tuttora in vigore, così come l'obbligo di indossare la mascherina. Nelle case è possibile riunirsi in non più di otto persone, numero che sale a dieci in pub e ristoranti. All'aperto, invece, sono permessi assembramenti di un massimo di 15 persone, numero che sale a 200 in occasione di matrimoni e funerali.

Mentre in Inghilterra, Galles e Irlanda del Nord i contagi sono in costante aumento ormai da settimane a causa della variante Delta in Scozia, quarta nazione del Regno Unito, le infezioni sono in calo grazie al combinato tra campagna vaccinale e restrizioni. Proprio per questa ragione il governo ha deciso di non modificare la strategia contro il Covid conservando gran parte delle limitazioni già esistenti, nella convinzione che sia questa la strada da seguire per controllare l'epidemia. Complessivamente, in Scozia 3.976.022 persone hanno ricevuto la prima dose di vaccino e 2.966.054 hanno ricevuto anche la seconda dose.

26994 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni