3.501 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
30 Settembre 2022
20:02

La Nato dopo l’annessione: “Quei territori sono ucraini, uso armi nucleari avrà conseguenze”

“L’Ucraina ha diritto di riprendersi i territori occupati, noi la sosterremo”. Questo quanto detto dal segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg durante una conferenza stampa a Bruxelles.
A cura di Gabriella Mazzeo
3.501 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

"L'Ucraina ha il diritto di riprendersi i territori sottrarti dalla Russia". Lo ha detto il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, durante una conferenza stampa a Bruxelles. "L'annessione illegale della Russia – ha continuato – non cambia nulla in questo conflitto e non cambia neppure la nostra posizione. Accettando l'annessione, accetteremo le minacce russe e i ricatti nucleari, proprio come vuole il Cremlino".

Il segretario generale della Nato ha proseguito il suo intervento avvisando la Russia sulle "gravi conseguenze" in caso di utilizzo di armi nucleari nel conflitto con Kiev. "Le minacce del Cremlino sono un vero e proprio ricatto alla comunità internazionale". Secondo Stoltenberg, i referendum per l'annessione di Donetsk, Luhansk, Zaporizhzhia e Kherson sono "il più grave tentativo di annessione di un territorio europeo dalla seconda guerra mondiale". "Le regioni rappresentano il 15% del territorio ucraino. Quelle terre sono di Kiev, come lo è la Crimea".

Nonostante l'appoggio mostrato al Paese in conflitto, Stoltenberg ha sottolineato che la Nato non è parte del conflitto. "Daremo però il nostro supporto all'Ucraina per la sua difesa. Restiamo forti e uniti nello schivare ogni attacco agli alleati. Questa è la più grave escalation dall'inizio della guerra, ma è anche un segnale di debolezza che dimostra che il conflitto non sta andando come Putin sperava. Il presidente russo ha la piena responsabilità di quanto sta avvenendo: se la Russia getterà le armi, ci sarà la pace. Fino ad allora, se l'Ucraina mollerà dovrà dire addio alla sua indipendenza. La Nato riafferma quindi la sua risoluta azione di aiuto".

L'intervento arriva dopo il referendum e la conseguente annessione alla Russia di quattro regioni sul territorio ucraino. Kiev ha risposto all'azione presentando domanda per l'adesione alla Nato in tempi brevi. "Siamo già parte dell'alleanza – ha affermato Zelensky in un video diffuso sui suoi canali social -. Vogliamo esserlo anche sulla carta".

Medvedev: "Adesione alla nato accelera Terza guerra mondiale"

"Zelensky vuole entrare rapidamente a far parte della Nato. Grande idea. Sta solo chiedendo all'Alleanza del Nord Atlantico di accelerare l'inizio di una terza guerra mondiale". Così su Telegram il vicepresidente del consiglio di sicurezza russo Dmitri Medvedev che ha commentato la richiesta del presidente ucraino dopo l'annessione dei territori nazionali alla Russia.

3.501 CONDIVISIONI
3130 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni