119 CONDIVISIONI
Covid 19
5 Settembre 2022
22:46

La Cina mette in “semi lockdown” 65 milioni di persone in vista del congresso del Partito Comunista

Presto si terrà il ventesimo congresso del Partito Comunista cinese: per questo il governo insiste sulla politica “Covid zero” e ha deciso di mettere in semi lockdown 65 milioni di cittadini.
A cura di Davide Falcioni
119 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

In vista del ventesimo congresso del Partito Comunista cinese, che dovrebbe confermare alla presidenza Xi Jinping per il terzo mandato consecutivo, il governo ha posto in "semi lockdown" decine di milioni di cittadini nel tentativo di rallentare i contagi da Coronavirus.

Prosegue dunque lo sforzo del gigante asiatico verso la strategia "zero Covid". Stando a quanto rivela il portale Caixin, 33 città cinesi – inclusi otto importanti centri provinciali e municipali – sono state poste sotto il livello di blocco più basso, stravolgendo ancora una volta la vita di circa 65 milioni di residenti.

Le misure da rispettare includono la chiusura di uffici, scuole, locali di intrattenimento, negozi e servizi non essenziali. Gli impiegati e i dipendenti pubblici sono tenuti a lavorare in smart working e gli studenti possono seguire le lezioni solo in Dad.

Gli ospedali potranno restare aperti ma gli studi specialistici e dentistici dovranno chiudere. Alle farmacie sarà vietato vendere antibiotici, farmaci antivirali e medicinali per febbre e tosse.

Il semi lockdown è stato imposto alle ricche città meridionali di Guangzhou e Shenzhen – confinante con Hong Kong – così come alla città di Xining dall'altopiano tibetano e alle città settentrionali di Shijiazhuang e Harbin.

Anche la metropoli occidentale di Chengdu – con una popolazione di 21 milioni di abitanti – le città occidentali di Guiyang, Lhasa in Tibet e Ürümqi nello Xinjiang sono entrate in semi-lockdown.

Secondo il sito web del governo cinese, ieri sono stati segnalati 349 nuovi casi di Covid, per un totale di 6.227 casi confermati in 31 province e comuni. Malgrado il numero relativamente basso di casi in Cina, le autorità hanno ripetutamente imposto ai cittadini una politica zero-Covid in netta controtendenza con le decisioni assunte nel resto del mondo.

119 CONDIVISIONI
32174 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni