Immagine da Getty.
in foto: Immagine da Getty.

Record di roghi in California. Lo Stato americano sta letteralmente bruciando negli ultimi giorni a causa di una grave crisi di incendi, mai registrata dal 1987 ad oggi e che finora ha distrutto oltre ottomila chilometri quadrati di foreste, pari a circa 800mila ettari. A confermare il devastante primato sono i vigili del fuoco, precisando che è andata in fumo una superficie di verde equivalente a 80 volte quella di Parigi. "È la prima volta in 33 anni che superiamo i due milioni di acri in fumo. E pensare che alla fine della stagione degli incendi manca ancora molto. Il periodo più pericoloso è davanti a noi, ovvero settembre ed ottobre", ha precisato Lynne Tolmachoff, portavoce di Cal Fire, i vigili del fuoco della California, in prima linea nello spegnimento delle fiamme che vengono alimentate da temperature record, vicine ai 49,9 gradi centigradi nella zona di Woodland Hills, e da venti che continuano a soffiare a 5-8 km/h con raffiche fino a 16 km/h, rendendo difficile il loro contenimento.

L’incendio più grande, chiamato "Creek Fire", cominciato venerdì scorso tra le montagne della Sierra Nevada, a nord est di Fresno e a circa 290 miglia da Los Angeles, ha già bruciato più di 19mila ettari e non è stato ancora contenuto. Almeno 13 persone questa mattina sono state portate in salvo con elicotteri dalla Sierra National Forest, dove si trovavano in campeggio. Da sabato scorso sono più di 200 gli escursionisti sono rimasti bloccati dalle fiamme nella zona del bacino idrico Mammoth Pool Reservoir e per metterli in salvo sono dovuti intervenire due grandi elicotteri militari. Il "Creek Fire" ha costretto all'evacuazione delle contee di Madera e Fresno, che ha definito l'incendio un "disastro senza precedenti", come ha sottolineato il supervisore del servizio forestale degli Stati Uniti Dean Gould, aggiungendo che questo rogo è più aggressivo di tutti quelli che anche negli anni passati avevano interessato la zona.

In tutto lo Stato si sono sviluppati almeno 22 grandi incendi, alimentati dal vento secco e dalle alte temperature da record. Il che ha creato anche numerosi disagi alle famiglie, dal momento che le fiamme hanno costretto il gestore Pacific Gas and Electric ad interrompere il servizio elettrico per decine di migliaia di clienti dislocati in 22 contee della California settentrionale per ridurre la possibilità che qualsiasi apparecchiatura elettrica danneggiata causi ulteriori roghi. Secondo il National Interagency Fire Center, quest'anno in tutti gli Stati Uniti sono stati bruciati più di 4,6 milioni di acri. Più di 2,09 milioni di questi sono stati distrutti proprio in California.