Conflitto in Ucraina
8 Giugno 2022
09:04

Il rabbino capo di Mosca scappa dalla Russia: era contrario all’invasione dell’Ucraina

Il rabbino capo di Mosca, Pinchas Goldschmidt, è fuggito dalla Russia dopo essere stato sottoposto a pressioni per sostenere l’invasione dell’Ucraina.
A cura di Susanna Picone
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

Il rabbino capo di Mosca, Pinchas Goldschmidt, è scappato dalla Russia. Sottoposto a pressioni da parte delle autorità russe per sostenere la guerra in Ucraina, il rabbino si è rifiutato di farlo ed è fuggito in Israele. A darne notizia Avital Chizhik-Goldschmidt, giornalista che vive a New York City e nuora dell'autorità religiosa ebraica.

"Posso finalmente rendere noto a tutti – è quanto si legge sull’account Twitter della giornalista, moglie del figlio  Benyamin del rabbino – che i miei suoceri, il rabbino capo di Mosca e Dara Goldschmidt, sono stati messi sotto pressione dalle autorità per sostenere pubblicamente la ‘operazione speciale' in Ucraina e si sono rifiutati di farlo”. Quindi la fuga da Mosca. "Sono fuggiti in Ungheria due settimane dopo l’invasione russa e ora sono in esilio dalla comunità che hanno amato e costruito e in cui hanno cresciuto i loro figli per oltre 33 anni", aggiunge ancora Chizhik-Goldschmidt. Prima i due sono fuggiti in Est Europa, raccogliendo fondi per i rifugiati, secondo quanto reso noto dai media israeliani, e poi sono arrivati a Gerusalemme.

Il rabbino Goldschmidt è anche presidente della Conferenza dei rabbini europei. Altri rabbini di spicco in Russia, incluso il rabbino capo Berel Lazar, sono rimasti nel paese anche dopo aver criticato l’invasione dell’Ucraina. Il rabbino Goldschmidt all'inizio di maggio, in una conversazione con “Israel Today”, aveva comunicato di essere tornato in Israele a causa del ricovero in ospedale del madre malato e di non sapere quando sarebbe tornato in Russia. Ma non si era allontanato dal Paese – a suo dire – a causa della guerra in Ucraina. "Sono venuto in Israele per aiutare mio padre malato”, aveva detto anche in una lettera alla sua congregazione in Russia.

2698 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni