“Controllate sempre i vostri figli, ve ne supplico”. Nicola Barksby, 35 anni, è la madre di Jake, un bimbo di sei anni a cui è stato diagnosticato un cancro ai testicoli. La donna ha notato che qualcosa non andava mentre faceva il bagno al figlio lo scorso 28 maggio. Si è accorta che uno dei suoi testicoli era più grande dell'altro e dopo averlo portato in ospedale, le sue peggiori paure si sono realizzate: al bimbo è stato infatti diagnosticato un rabdomiosarcoma paratesticolare, un tumore raro, il 4 giugno. A Jake è stato rimosso il testicolo e un tumore di 5 cm una settimana dopo ed è ora sulla via del recupero. La signora Barksby, di Hucknall, nel Nottinghamshire, ha detto al Nottinghamshire Live: “È successo tutto così in fretta. Nel giro del primo mese sono successe molte cose. È stato uno shock così grande quando lo abbiamo capito. Jake, non provava dolore. Non te lo aspetti affatto. È difficile aspettarselo negli adulti e tanto meno in un bambino di sei anni”.

La famiglia temeva che il suo cancro si fosse diffuso quando dalla TAC è emerso la presenza di un altro nodulo nel suo stomaco. Ma fortunatamente il tumore si è rivelato non maligno. Jake, che frequenta la Edgewood Primary School, dovrà ora sottoporsi a 22 settimane di chemioterapia nel reparto E39 presso il Queen's Medical Center “Il reparto oncologico è spaventoso – dice Nicola – Quando entri nel reparto è pieno di bambini che combattono il cancro. È davvero triste da vedere. Il cancro ti cambia la vita. Stiamo solo prendendo le cose un giorno alla volta”.

La signora Barksby ribadisce il suo avvertimento di controllare sempre i bambini, dicendo: "È molto raro nei bambini della sua età, ma per fortuna l'abbiamo scoperto abbastanza presto. Per quanto mi riguarda, si tratta di aumentare la consapevolezza per i bambini più piccoli, ed è importante anche per i ragazzi più grandi quando sono sotto la doccia" La sorella di Jake, Hollie, dieci anni, ha raccolto 1.500 sterline per acquistare giocattoli per i piccoli pazienti del Reparto E39. Il denaro è una sponsorizzazione per la partecipazione alla corsa "Pretty Muddy" di Race for Life a Holme Pierrepont a settembre. Hollie ha detto: “Lo sto facendo in onore di mio fratello perché sta attraversando un brutto momento. Spero che la raccolta di denaro renderà il reparto un posto migliore e che il loro tempo in ospedale sarà più piacevole."