Covid 19
24 Novembre 2021
08:08

Il Covid è la prima causa di morte in Europa: situazione drammatica nei paesi con pochi vaccinati

L’andamento dei contagi, come quello dei decessi, è inversamente proporzionale rispetto alla popolazione vaccinata: dove la copertura dei vaccini è maggiore si muore molto meno.
A cura di Davide Falcioni
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Nella ricca Europa, il continente con i più avanzati sistemi di sanità pubblica, il Covid è diventato ormai la prima causa di morte e l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha stimato nei giorni scorsi che entro la fine dell'inverno le vittime della pandemia potrebbero arrivare a due milioni: l'andamento dei contagi, come quello dei decessi, è inversamente proporzionale rispetto alla popolazione vaccinata. Laddove la campagna d'immunizzazione ha avuto maggiore successo – come in Portogallo, Spagna e Italia – le vittime sono ancora contenute nell'ordine delle poche decine al giorno; nei paesi in cui invece la popolazione è stata più scettica nei confronti dei vaccini i morti sono centinaia, o superiori a mille, ogni giorno.

A confermare il rapporto diretto tra decessi e scarsa adesione alla campagna vaccinale sono ancora una volta i dati. Il tasso di mortalità relazionato al numero dei casi vede in cima alla classifica Romania e Bulgaria, con il 4,43 e il 3,83% dei decessi rispetto alle infezioni. Si tratta, guarda caso, anche degli stessi Paesi che hanno vaccinato meno la loro popolazione e che oggi sono alle prese con una quarta ondata travolgente, che sta mettendo in ginocchio gli ospedali e persino gli obitori.

Insomma, da alcune settimane il nuovo epicentro mondiale della pandemia di Covid 19 è il Vecchio Continente. Secondo l'Ispi (Istituto Europeo di Politica Internazionale) "di tutti i decessi per Covid registrati nel mondo durante l’ultima settimana, circa il 50% è imputabile all'Europa e in molti paesi, tra cui la Germania, i contagi sono ai massimi da inizio pandemia. Uno scenario che si pensava di scongiurare grazie ai vaccini, ma che un mix di progressivo calo della loro efficacia nel tempo, reticenza a farseli iniettare e prematura rinuncia alle mascherine ha riportato alla ribalta".

28163 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni