344 CONDIVISIONI
Guerra in Ucraina
17 Novembre 2022
17:00

I militari russi hanno disseminato l’Ucraina di 7 tipi di mine antiuomo

Le forze armate russe hanno impiegato almeno sette tipi di mine anti-uomo a frammentazione ed esplosive dal 24 febbraio, giorno in cui ha avuto inizio l’invasione dell’Ucraina. A rivelarlo il rapporto Landmine Monitor 2022.
A cura di Davide Falcioni
344 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Guerra in Ucraina

La Russia ha impiegato almeno sette tipi di mine anti-uomo a frammentazione ed esplosive dal 24 febbraio, giorno in cui ha avuto inizio l'invasione dell'Ucraina. A rivelarlo il rapporto Landmine Monitor 2022 diffuso oggi e realizzato dall'International Campaign to Ban Landmines (ICBL).

"Questa è la prima volta che un paese firmatario del Trattato sul divieto delle mine si trova di fronte all'uso di mine sul suo territorio da parte di un altro paese", ha spiegato Mary Wareham, membro del gruppo di ricerca del Landmine Observatory, nel corso di una conferenza stampa. "Si tratta di una grave battuta d'arresto per il trattato sulle mine antiuomo", ha aggiunto l'esperto, membro anche dell'Ong Human Rights Watch.

L'utilizzo da parte della Russia – il Paese con il maggior deposito al mondo di mine antiuomo (26,5 milioni) – di questo tipo di armi in Ucraina è stato fortemente condannato da diversi Paesi. Sono state utilizzate sei tipi di mine a frammentazione e un tipo di mine esplosive. Tutte sono state prodotte dalla Russia o dall'URSS, recita del rapporto.

Il report elenca anche alcune caratteristiche delle mine anti-uomo impiegate in Ucraina: "La mina POM-3 è dotata di una spoletta sismica molto sensibile che la rende incline a esplodere quando viene avvicinata. Un'altra mina anti-uomo usata in Ucraina è la PMN-4 sviluppata e prodotta dalla Russia all'inizio degli anni '90, dopo l'ottenimento dell'indipendenza da parte dell'Ucraina. Altri tipi di mine terrestri utilizzate in Ucraina possono essere utilizzate in modalità di detonazione a comando o attivate dalla vittima". Gli ordini possono essere dislocati non solo manualmente da operatori specializzati, ma anche per via aerea.

Secondo il dossier di Landmine Observatory nei quasi 9 mesi di guerra vi sono state numerose accuse e contro-accuse che sia la Russia che l'Ucraina abbiano utilizzato mine antiuomo. In almeno 30 occasioni l'impiego di queste armi è stato confermato dagli esperti, nella maggior parte dei casi nei territori controllati dalle forze russe e successivamente "liberati" da Kiev. "Dopo che le forze ucraine sono riuscite a riconquistare porzioni di territorio, in particolare nelle aree orientali della regione di Kharkiv e nella città di Izium nel settembre 2022, gli ex territori controllati dai russi sono diventati accessibili ai ricercatori indipendenti" Di conseguenza sono state "rese disponibili maggiori informazioni".

Che cosa sono le mine antiuomo

Le mine antiuomo sono ordigni esplosivi che uccidono e mutilano le persone anche molto tempo dopo la fine dei conflitti. Sono posizionate sopra e sotto il terreno e possono esplodere in presenza, vicinanza o a contatto diretto con una persona. Tali armi non possono distinguere tra soldati e civili. Le mine antiuomo sono tipicamente piazzate a mano, ma possono anche essere disperse da aerei, razzi e missili d'artiglieria, oltre che da veicoli specializzati. Le mine antiuomo non bonificate causano innumerevoli sfollati, ostacolano la fornitura di aiuti umanitari e impediscono le attività agricole.

Human Right Watch: "Mine antiuomo sono armi inaccettabili"

Secondo Human Right Watch i governi dovrebbero ribadire il loro sostegno al trattato internazionale che vieta le mine antiuomo. I paesi che non hanno ratificato il trattato del 1997 dovrebbero farlo prontamente. "Il Trattato per la messa al bando delle mine ha avuto un enorme impatto globale negli ultimi 25 anni, stigmatizzando le mine e fornendo un quadro per la loro eradicazione", ha dichiarato Mary Wareham , direttrice per la difesa delle armi di Human Rights Watch e redattrice di Landmine Monitor 2022 . "È necessario uno sforzo maggiore per garantire che il Trattato per la messa al bando delle mine riesca a raggiungere l'obiettivo di un mondo senza mine antiuomo, ma è ancora lontano".

Wareham ha ricordato che  "le mine antiuomo sono armi inaccettabili che non dovrebbero mai essere utilizzate in nessuna circostanza poiché causano sofferenze umane sia immediate che a lungo termine. Qualsiasi vantaggio militare derivante dall'uso di mine antiuomo è di gran lunga superato dal danno umanitario duraturo".

Due paesi hanno utilizzato mine antiuomo nel 2022. Le forze armate del Myanmar e quelle russe.

344 CONDIVISIONI
3308 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni