38 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Guerra in Ucraina

Guerra Russia-Ucraina, Mosca inizia seconda fase delle esercitazioni nucleari tattiche con la Bielorussia

La Russia ha annunciato l’inizio della seconda fase delle esercitazioni nucleari tattiche congiunte con le forze armate della Bielorussia. Nel frattempo, Zelensky si è recato in Germania per partecipare a una conferenza sulla ricostruzione dell’Ucraina.
A cura di Gabriella Mazzeo
38 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Le forze nucleari non strategiche russe hanno dato il via alla "seconda fase" delle esercitazioni. Lo ha riferito il ministero della Difesa russo, come riporta l'agenzia di stampa Ria Novosti. La seconda fase riguarda questioni relative all'addestramento congiunto delle unità delle forze armate di Russia e Bielorussia, che si è unita alle esercitazioni di armi nucleari non strategiche per "garantire incondizionatamente la sovranità e l'integrità territoriale dello Stato dell'Unione dei due Paesi". Nella prima fase, che era stata condotta solo da Mosca, era stata testata la preparazione dei missili ipersonici Kinzhal.

"Le esercitazioni mirano a mantenere il personale e le attrezzature delle unità pronte per l'uso" ha sottolineato il ministero della Difesa russo. Nella prima fase di queste esercitazioni, il personale delle formazioni missilistiche del Distretto militare meridionale ha ottenuto munizioni speciali per l'addestramento utile all'uso del sistema missilistico tattico-operativo Iskander, equipaggiando veicoli di lancio per l'area designata per il lancio di missili.

Mentre la Russia annuncia la seconda fase delle esercitazioni e porta avanti le operazioni congiunte con la Bielorussia, per l'Ucraina il presidente Volodymyr Zelensky è arrivato nella serata di lunedì a Berlino per incontrare il cancelliere Olaf Scholz in giornata e partecipare con lui a una conferenza sulla ricostruzione del suo Paese. Lo ha annunciato su X lo stesso Zelensky, che ha parlato anche di un incontro per discutere "ulteriori aiuti alla difesa e all'espansione del sistema di difesa aereo dell'Ucraina", oltre che di una "produzione congiunta di armi".

Gli Stati Uniti, invece, sostengono che l'assistenza Usa all'Ucraina ha consentito alle sue forze armate di "rallentare l'avanzata delle truppe russe nella regione di Kharkiv e garantire una forte linea di difesa". A dirlo è il portavoce del ministero della Difesa americano, il generale Patrick Ryder.

"I russi hanno rallentato i progressi che stavano facendo vicino a Kharkiv", ha aggiunto Ryder. Secondo il portavoce, grazie all'assistenza americana gli ucraini possono continuare a mantenere la prima linea e le forze armate possono godere di un consistente aiuto Usa.

38 CONDIVISIONI
4321 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views