851 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
4 Febbraio 2022
13:21

Guerra Russia-Ucraina, l’accusa degli Usa: “Putin userà falso video come pretesto per invadere Kiev”

Un finto video che mostra un attacco da parte di militari ucraini. È quanto starebbe preparando il governo russo per avere un pretesto per invadere l’Ucraina in una possibile guerra tra Russia e Kiev. L’accusa arriva dal Pentagono ma è stata prontamente smentita da Mosca.
A cura di Chiara Ammendola
851 CONDIVISIONI
Civili ucraini durante un addestramento militare in una foresta di Kiev (foto Getty)
Civili ucraini durante un addestramento militare in una foresta di Kiev (foto Getty)
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

Un video, del tutto falso, in cui viene mostrato un finto attacco dell'esercito ucraino in territorio russo o all'interno dei confini ucraini ma nei confronti di sostenitori del governo russo o appartenenti a gruppi indipendentisti. È quando starebbe preparando Mosca così da avere un pretesto per invadere l'Ucraina. L'accusa arriva da John Kirby, portavoce del dipartimento della Difesa americano, che in una conferenza stampa tenutasi giovedì, ha reso note le informazioni riferite dall’intelligence statunitense.

Immediata la risposta del Cremlino che ha smentito le accuse rivolte a Mosca dal Pentagono: “Non è la prima volta che negli Stati Uniti vengono diffuse informazioni su un piano di invasione russa dell’Ucraina. Ma niente è accaduto”, ha affermato il portavoce, Dmitry Peskov. Sulla stessa linea si è posizionato l’ambasciatore russo all’Unione Europea, Vladimir Chizhov, che ha detto a CNN che il suo paese non ha in programma alcuna operazione per invadere l’Ucraina. Secondo quanto riferito dal Pentagono, quella del falso video sarebbe un'operazione ben studiato dal governo russo che potrebbe così portare a compimento il suo obiettivo: l'invasione dell'Ucraina. All'interno del video ci sarebbe l'intenzione anche di mostrare cadaveri, non è chiaro se veri o meno, scene violente e di esplosioni, oltre a edifici distrutti. Il governo americano si dice certo delle proprie informazioni che ha deciso di rivelare così da dissuadere il governo russo dal metterlo in pratica.

Intanto i tentativi i tentativi di una risoluzione diplomatica della crisi tra Ucraina e Russia da parte dei paesi europei, come la Francia: il presidente Emmanuel Macron ha fatto sapere che lunedì prossimo sarà a Mosca e martedì a Kiev. I colloqui, ha precisato l'Eliseo, si tengono "in coordinamento con i partner europei". Nei dialoghi di pace è intervenuto anche il presidente turco Erdogan che ha rinnovato nella sua visita a Kiev l'offerta di ospitare un vertice che riunisca Ucraina e Russia. "La Turchia è pronta a fare la sua parte per risolvere la crisi tra due Paesi amici, che sono suoi vicini nel Mar Nero".

851 CONDIVISIONI
2589 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni