Quando il padre ha deciso di portarla con lui sul campo da golf per farla divertire e trasmetterle la passione per quello sport non avrebbe mai immaginato che quella giornata si sarebbe trasformata in una dramma a causa di un semplice gesto fatto migliaia di volte: lanciare una pallina con una mazza. La figlia Aria Hill, una bambina di soli 6 anni, è morta dopo essere stata colpita accidentalmente da una pallina da golf lanciata proprio dal padre. La tragedia si è consumata nella mattinata di lunedì scorso, poco prima delle 10:30, al Sleepy Ridge Golf Course, un campo da golf situato nella cittadina di Orem, nello stato dell'Utah.Come ricostruito dalle autorità di polizia locali, la bambina era seduta su una Golf cart parcheggiata su un sentiero a sinistra del punto in cui suo padre stava lanciando. La pallina, scagliata a grande velocità, ha preso una direzione imprevista e l'ha centrata alla testa lasciandola esanime a terra.

La piccola è stata immediatamente soccorsa e poi trasportata d'urgenza in elicottero in un ospedale di Salt Lake City, ma ogni tentativo di rianimarla è stato vano. La bimba, che non ha mai ripreso conoscenza dopo essere stata colpita, è morta poche ore dopo nella stessa giornata. Sul luogo dell'accaduto è accorsa anche la polizia che, dopo aver ascoltato le testimonianze e analizzato la scena attraverso i rilievi dei rito, non ha ritenuto di indagare il padre della vittima, che è rimasto sotto shock per l'accaduto. Come spiegato ai media locali da un portavoce degli inquirenti, l'episodio è stato ritenuto un tragico incidente e non ci saranno altri accertamenti sul caso.

"La portava spesso a giocare a golf con lui. Era la sua compagna di golf e lei amava così tanto andare con lui che sarebbe rimata sempre in quella Golf cart" ha raccontato ai giornali locali lo zio della bimba, che era con loro e ha assistito all'intero dramma, sottolineando che il padre era un giocatore esperto e quello che è avvenuto è qualcosa di "assolutamente inimmaginabile" e "devastante" per la famiglia.