1 Dicembre 2022
11:03

“Da dove vieni veramente?”, dama di compagnia di Elisabetta II costretta alle dimissioni per razzismo

Ngozi Fulani, che ha fondato e gestisce una organizzazione di beneficenza, stava parlando con la madrina del principe William quando è stata sottoposta a una sfilza di domande sulla sua provenienza da Lady Susan Hussey, nonostante le avesse detto che era nata e crescita nel Regno Unito.
A cura di Antonio Palma

Bufera sulla dama di compagnia della defunta Regina Elisabetta e madrina del principe William, Lady Susan Hussey. La donna è stata costretta alle scuse e alle dimissioni dal suo incarico al Palazzo Reale britannico dopo pesanti accuse di razzismo per le sue affermazioni nei confronti di Ngozi Fulani, una cittadina britannica a cui ha chiesto con insistenza da dove venisse "veramente" nonostante le avesse detto che era nata e crescita nel Regno Unito.

L’episodio incriminato è avvenuto durante un evento di beneficenza a cui le due donne partecipavano a palazzo reale a Londra. Ngozi Fulani, che ha fondato e gestito una organizzazione di beneficenza, stava parlando con la madrina del principe William martedì scorso quando è stata sottoposta a una sfilza di domande sulla sua provenienza che inizialmente non comprendeva.

Alla domanda da dove provenisse, infatti, inizialmente pensava che la Lady si riferisse alla sede dell’organizzazione ma le insistenze di Susan Hussey poi hanno chiarito il concetto.

“Qual è la sua nazionalità? Da dove viene veramente, da dove proviene la sua gente?” sono alcune delle domande che hanno sbalordito la signora Fulani.

"Ero sotto shock dopo che è successo e chiunque mi conosca sa che non prendo sul serio questo tipo di sciocchezze ma ho dovuto considerare così tante cose perché il problema è più grande di un singolo individuo. È il razzismo istituzionale" ha dichiarato la Fulani in un'intervista a Independent.

La signora Fulani ha descritto su Twitter come la madrina del principe William le ha scostato i capelli per vedere il badge con il suo nome, e poi l'ha sfidata a spiegare da dove venisse veramente.  Ecco la conversazione completa, come raccontata dalla Fulani:

Lady SH: Da dove vieni?

Fulani: Sistah Space.

SH: No, da dove vieni?

Fulani: La nostra sede è a Hackney.

SH: No, da quale parte dell'Africa vieni?

Fulani: non lo so, non hanno lasciato nessun registro.

SH: Beh, devi sapere da dove vieni, ho passato del tempo in Francia. Di dove sei?

Fulani: Da qui, dal Regno Unito.

SH: No, ma di che nazionalità sei?

Fulani: sono nata qui e sono inglese.

SH: No, ma da dove vieni davvero, da dove viene la tua gente?

Fulani: "La mia gente", signora, cosa significa?

SH: Oh, capisco che avrò difficoltà a farti dire da dove vieni. Quando sei venuta qui per la prima volta?

Fulani: Signora! Sono una cittadina britannica, i miei genitori sono venuti qui negli anni '50 quando…

SH: Oh, sapevo che alla fine ci saremmo arrivati, sei dei Caraibi!

Fulani: No signora, sono di origini africane, origini caraibiche e nazionalità britannica.

SH: Oh, quindi vieni da…

Dopo la rivelazione e le polemiche, la 83enne Lady Susan Hussey, stretta confidente della defunta regina e figura chiave e fidata nella famiglia reale per decenni, si è scusata e si è dimessa.

"Prendiamo questo incidente estremamente sul serio e abbiamo indagato immediatamente per stabilire tutti i dettagli. In questo caso, sono stati fatti commenti inaccettabili e profondamente deplorevoli. Abbiamo contattato Ngozi Fulani su questo argomento e la stiamo invitando a discuterne di persona. Nel frattempo, la persona interessata desidera esprimere le sue profonde scuse per il dolore causato e si è allontanata dal suo ruolo onorifico con effetto immediato” spiegano da palazzo Reale, aggiungendo: “"A tutti i membri della famiglia reale vengono ricordate le politiche di diversità e inclusività che sono tenuti a sostenere in ogni momento".

Perché sulle nuove banconote australiane non ci sarà il volto di re Carlo III
Perché sulle nuove banconote australiane non ci sarà il volto di re Carlo III
Ucraina, Germania pronta a inviare carri Leopard:
Ucraina, Germania pronta a inviare carri Leopard: "Decisione a breve". Zelensky: "Vinceremo nel 2023"
Strage durante il Capodanno cinese a Los Angeles, il killer suicida dopo l'attentato
Strage durante il Capodanno cinese a Los Angeles, il killer suicida dopo l'attentato
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni