Il Principe Carlo è risultato positivo al coronavirus. L’erede al trono d’Inghilterra è risultato positivo al tampone a cui è stato sottoposto dopo aver accusato i sintomi tipici della malattia. A darne notizia la stessa casa reale britannica attraverso il proprio portavoce. Le condizioni di salute del Principe comunque al momento non desterebbero preoccupazioni. Il Principe Carlo "ha mostrato sintomi lievi della malattia, ma per il resto rimane in buona salute" ha spiegato infatti un portavoce della casa reale britannica, aggiungendo che anche la Duchessa di Cornovaglia e seconda moglie di Carlo, Camilla, è stata sottoposta al test che però è risultato negativo.

Principe Carlo positivo al Covid-19: era in isolamento

Secondo le stesse fonti, il 72enne erede al trono era già in isolamento in Scozia da alcuni giorni. Sia lui che Camilla si erano auto isolati volontariamente nelle loro residenza a Balmoral, in Scozia. Lo stesso portavoce della casa Reale ha spiegato che al momento "non è possibile accertare da chi il principe abbia preso il virus". Subito dopo l'emergenza coronavirus tutta la Casa  Reale britannica aveva preso misure precauzionali e anche Regina Elisabetta si era trasferita in auto isolamento al Castello di Windsor. "Io pronta a fare tutto ciò che serve" aveva assicurato la Sovrana.

Nessun contatto tra Carlo e la Regina Elisabetta

"Sua Maestà la Regina è in buona salute", ha spiegato la portavoce dea Regina Elisabetta, confermando che non ci sono stati contatti diretti tra Carlo e la Sovrana nell'ultimo periodo. L'ultimo saluto tra i due è stato "un breve incontro la mattina del 12 marzo" dopo una cerimonia d'investitura per la consegna di alcune onorificenze. Al momento, secondo Buckingham Palace, la sovrana, che il mese prossimo compirà 94 anni, "sta seguendo ogni consiglio adeguato" dei medici a tutela del "proprio benessere".

Carlo aveva incontrato Alberto di Monaco, positivo al coronavirus

Nell'ambito di una iniziativa sulla crisi climatica, Carlo nei giorni scorsi aveva partecipato a una tavola rotonda con un gruppo di esperti di alto livello alla presenza anche del Principe Alberto di Monaco, anche lui risultato positivo al coronavirus e oggi in in autoisolamento nel Principato. Lo segnalano i media britannici spiegando che all'evento, che si è svolto a Londra il 10 marzo, partecipavano anche rappresentanti dei governi di Burkina Faso, Nigeria e Paesi Bassi.

Regno Unito in lockdown per il coronavirus

Dopo i primi tentennamenti, anche il Premier Boris Johnson si è convinto a lanciare misure drastiche m per il contenimento del contagio da Covid -19 ordinando il lockdown del Paese e imponendo a tutti di stare in casa e non uscir se non strettamente necessario. Attualmente nel Regno Unito l'incremento dei contagi è costante: secondo l'ultimo bollettino, i positivi al coronavirus son oltre 8mila con un incremento di circa 1400 solo nelle ultime 24 ore. I decessi causati dal virus solo saliti a oltre 40 con un incremento di quasi 90 unità solo nell’ultima giornata. Per gli esperti il numero dei contagi è destinato ad aumentare ancora perché la Gran Bretagna è solo qualche settimana indietro rispetto al contagio in Italia.