Nella serata di mercoledì il presidente francese Emmanuel Macron, parlando in diretta televisiva e "annunciando" il ritorno del virus, ha detto che la situazione in alcuni Paesi è molto preoccupante. Per questo, per contenere la diffusione del Covid-19, ha annunciato tra le altre misure il coprifuoco di quattro settimane dalle 21 alle 6 nelle zone della Francia in cui il virus circola rapidamente. “La decisione che noi abbiamo preso si applicherà alla regione dell'Ile de France (dove si trova Parigi), e a otto metropoli: Grenoble, Lille, Lione, Aix-Marseille, Rouen, Tolosa, Montpellier, Saint Etienne. Sarà dalle 21 alle 6 e durerà quattro settimane. Noi andremo davanti al Parlamento per prolungarlo fino al primo dicembre. Sei settimane è un tempo che ci sembra utile”, le parole di Macron ai francesi. Macron ha spiegato che il parziale lockdown serve per consentire all’economia di funzionare e di tenere le scuole aperte. Il presidente francese ha anche detto che sarà richiesta un’autocertificazione sui motivi dello spostamento.

Negozi chiusi, col coprifuoco alle 21 tutti a casa

Come funzionerà il coprifuoco in Francia? A fornire maggiori dettagli dopo l’annuncio di ieri sera del presidente sono stati il premier Jean Castex e il ministro dell'Interno, Gerald Darmanin. Il premier ha chiarito che i "negozi", i "servizi" e i "luoghi aperti al pubblico" saranno chiusi nei dipartimenti e nelle aree metropolitane dove sarà istituito il "coprifuoco sanitario" dalla mezzanotte di venerdì dalle 21 alle 6 "con alcune eccezioni”. "Alle 21 dovrebbero essere tutti a casa", ha aggiunto il primo ministro che ha stilato tuttavia l'elenco delle esenzioni, tra cui "gli stabilimenti di salute, medico-sociali" e ristoranti che fanno la consegna a domicilio.

Per chi trasgredisce multe e anche il carcere

La polizia controllerà il rispetto delle nuove misure anti-Covid annunciate dal Presidente. Nelle prossime settimane “12.000 poliziotti e gendarmi saranno impegnati nel controllo del coprifuoco ogni notte" nella città francesi interessate dal provvedimenti anti-Covid, ha detto il ministro dell’Interno Darmanin. Per chi trasgredisce è prevista una multa di 135 euro. Per i recidivi, come chiarito dal governo, è anche prevista la reclusione di sei mesi e una multa 3.750 euro.