video suggerito
video suggerito
Guerra in Ucraina

Chi è Vladimir Zhoga, il comandante separatista ucraino del battaglione Sparta ucciso a Donetsk

Comandante del battaglione separatista ucraino Sparta, Zhoga è stato ucciso in combattimento nella città di Volnovakha, tra Donetsk e Mariupol, nell’Ucraina del sud.
A cura di Antonio Palma
336 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Vladimir Zhoga, comandante del battaglione separatista ucraino Sparta, è stato ucciso in combattimento nella città di Volnovakha, vicino Donetsk. La conferma è arrivata direttamente da Denis Pushilin, il capo della Repubblica popolare di Donetsk (DPR), una delle due repubbliche separatiste riconosciute da Mosca prima dell'attacco e dell'invasione russa all'Ucraina. Vladimir Zhoga è stato ucciso sabato scorso durante gli intensi scontri armati che si susseguono nel sud dell'Ucraina. "Il comandante del battaglione di ricognizione Sparta, il colonnello delle guardie Vladimir Zhoga (nome di battaglia Vokha), è morto come un eroe a Volnovakha", ha scritto Pushilin nel suo canale Telegram.

Immagine

Secondo il racconto del leader della repubblica separatista, Zhoga sarebbe stato colpito a morte durante un'operazione per garantire l'uscita dei civili da Volnovakha, centro abitato dell'Ucraina meridionale tra Donetsk e Mariupol, distrutto dai bombardamenti russi. Nella città era stato annunciato un corridoio umanitario e un cessate il fuoco per evacuare i civili nel weekend appena trascorso ma non è stato mai rispettato. "Gli uomini del battaglione Sparta stavano fornendo una copertura per l'evacuazione dei civili, principalmente donne e bambini. I nazionalisti ucraini hanno aperto il fuoco contro di loro", ha scritto Pushilin dando un resoconto dell'accaduto che ovviamente non è verificabile. Il leader della DPR ha affermato di aver firmato un decreto per assegnare postumo a Zhoga il titolo di eroe della nazione.

Immagine

Vladimir Zhoga  faceva parte di uno dei più famigerati gruppi di secessionisti russi in Ucraina: il battaglione Sparta, creato nel 2014 e fin dall'inizio  presente nei combattimenti nel Donbass come le battaglie per Slavyansk e l'aeroporto di Donetsk. Il primo comandante del battaglione, Arsen Pavlov, era stato ucciso da un ordigno esplosivo piazzato nell'ascensore del suo appartamento il 16 ottobre 2016. A Pavlev, accusato di crimini di guerra,  gli era succeduto proprio Vladimir Zhoga che in precedenza ricopriva il ruolo di vice comandante del gruppo. Nato nella città di Slavyansk nel 1993, Vladimir Zhoga ha partecipato agli scontri armati fin dai primi giorni del conflitto nel Donbass scalando poi il vertice del battaglione Sparta. Quando ha preso il comando del gruppo armato era  vice comandante  da più di un anno. Il gruppo è dietro un'ondata di attacchi mortali contro le truppe ucraine e ha condotto la guerra nella regione del Donbass da quando sono scoppiate le ostilità.

336 CONDIVISIONI
4347 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views