Covid 19
13 Ottobre 2021
11:55

Canberra diventerà la città più vaccinata al mondo contro il Covid-19

Canberra, in Australia, con i suoi 430mila abitanti, diventerà a breve la più vaccinata del mondo, il primo ministro Barr: “Entro la fine di novembre prevediamo che il 99% della popolazione vaccinabile sarà completamente immunizzata, con tassi di utilizzo dei vaccini vicini al 100% nei nostri centri di somministrazione”.
A cura di Ida Artiaco
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Mentre l'Australia è ancora alle prese con una significativa circolazione del Coronavirus, con Melbourne ancora in lockdown e Sydney appena uscita con molta cautela da un blocco durato oltre 4 mesi, una città in particolare si avvia a raggiungere un primato tutt'altro che negativo: Canberra, con i suoi 430mila abitanti, diventerà infatti a breve la più vaccinata del mondo mentre continua il confinamento almeno fino a metà ottobre. Anche qui, come nel resto del Paese, il programma di vaccinazione è iniziato alla fine dello scorso mese di febbraio ed è stato ostacolato da problemi di approvvigionamento, che ne hanno compromesso la velocità. Ma ad agosto, complice anche la maggiore diffusione della variante Delta e il numero dei contagi in crescita, qualcosa è cambiato: le autorità sanitarie hanno implementato le somministrazioni e stimano che entro novembre quasi la totalità della popolazione sarà immunizzata. "I numeri attuali ci dicono che Canberra sarà una delle città più vaccinate al mondo", ha affermato il primo ministro del territorio della Capitale, Andrew Barr, come riporta The Guardian. "Entro la fine del mese prossimo – ha aggiunto – prevediamo che il 99% della popolazione vaccinabile sarà completamente protetta".

Finora solo Monaco, in Francia, che ha superato il 70% di popolazione immunizzata, Singapore con l'80% e Londra sempre con il 70%, stanno facendo meglio di Canberra. E ciò grazie alla disponibilità dei cittadini rispetto alle inoculazioni. "I nostri centri di vaccinazione di massa – ha spiegato ancora Barr – hanno fornito alla maggior parte dei residenti di Canberra un modo molto semplice per ottenere il vaccino. Gli infermieri e il personale gestiscono i programmi di vaccinazione tra i più efficienti del paese, con tassi di utilizzo vicini al 100%". Anche i medici di base e le farmacie hanno fatto parte alle operazioni di vaccinazione, come hanno fatto in tutta l'Australia. Il governo locale ha anche realizzato programmi vaccinali per i vulnerabili e gli svantaggiati per colmare il divario tra i residente, ha aggiunto ancora il primo ministro.

L'Australia dovrebbe raggiungere l'80% di popolazione vaccinata in tutto il paese entro dicembre, il che significa che le limitazioni di viaggio tra gli stati cadranno e si potrà riprendere la mobilità. Ma la situazione è tutt'altro che sotto controllo: solo questo mese Melbourne ha vinto il non invidiabile primato di detenere il lockdown più lungo del mondo, superando i 250 giorni cumulativi di confinamento e facendo peggio di Buenos Aires. Sydney, invece, che è la città più popolosa della nazione, ha festeggiato lunedì scorso il suo Freedom Day, dicendo addio alle chiusure dopo 106 giorni di blocco grazie al superamento del 70% di popolazione over 16 vaccinata.

27515 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni