video suggerito
video suggerito
Guerra in Ucraina

Asse Russia-Corea del Nord: Putin e Kim firmano un patto di assistenza reciproca in caso di aggressione

“Se dovessero far fronte a un’aggressione, Russia e Nord Corea si presterebbero reciproca assistenza”, le parole del capo del Cremlino a margine della prima visita di un leader mondiale a Pyongyang da cinque anni a questa parte. “Un nuovo accordo di natura difensiva e pacifica”, lo ha definito.
A cura di Biagio Chiariello
14 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Un patto di "assistenza reciproca" in caso di aggressione a uno dei due Paesi e l'impegno comune a battersi contro "le pratiche neocolonialiste" dell'Occidente, con particolare riguarda alle sanzioni. Un tappeto rosso ha accolto la prima visita in 24 di Vladimir Putin in Corea del Nord, conclusa da un invito al "caro compagno Kim Jong-un" a recarsi a Mosca.

A Pyongyang il leader russo ha firmato un "nuovo accordo di natura difensiva e pacifica" con il presidente del Paese asiatico, che ha offerto il suo "pieno sostegno" all’"operazione militare speciale in Ucraina". Lo stesso Kim ha evidenziato come la relazione col Cremlino sia diventata "alleanza", definendo la Russia "l’alleato più onesto e fidato".

E a proposito di questo accordo ha assicurato che la Corea del Nord risponderebbe "senza esitare" in caso di "incidenti di guerra" in cui si troverebbe coinvolta Mosca, pur senza specificare quale sarebbe la risposta. Ha assicurato però che "non ci saranno differenze nell’interpretazione o incertezze nell’eseguire il dovere di unire gli sforzi in incidenti o guerre che i nostri Paesi si trovano già ad affrontare o possano affrontare in futuro".

Ora Putin è in Vietnam per gli incontri con i leader del Paese del Sud-est asiatico. Previsti, stando ai media russi, colloqui con il segretario generale del Partito comunista, Nguyen Phu Trong, il presidente To Lam, il premier Pham Minh Chinh e il capo del Parlamento Tran Thanh Man.

Il Vietnam, che ufficialmente segue una politica neutrale che chiama "diplomazia del bambù" nelle sue relazioni con le potenze mondiali, non ha mai condannato l‘attacco della Russia all'Ucraina, lasciando spazio a quale critica da parte dei Paesi occidentali.

La visita è "un'occasione per i leader dei due Paesi per parlare e proporre misure concrete per rafforzare il commercio bilaterale e la cooperazione economica" e servirà a "intensificare la cooperazione tra Hanoi e Mosca", ha detto all'agenzia Vietnam News Agency, l'ambasciatore del Vietnam in Russia, Dang Minh Koi.

14 CONDIVISIONI
4347 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views