video suggerito
video suggerito
Guerra in Ucraina

Putin in visita in Corea del Nord per la prima volta dopo 24 anni: “Grazie per sostenere la guerra in Ucraina”

Il presidente russo Vladimir Putin sarà oggi a Pyongyang per incontro diplomatico con Kim Jong-un: “Grazie alla Corea del Nord che sostiene fermamente l’operazione speciale in Ucraina”. USA preoccupati: “Rapporto sempre più stretto”.
A cura di Ida Artiaco
276 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Durerà solo 24 ore la visita del presidente russo Vladimir Putin in Corea del Nord, la prima dopo 24 anni. Ma tutti gli occhi del mondo saranno puntati su Pyongyang. L'ultima volta che lo zar era stato nel Paese è stato nel 2000.

Alla vigilia del viaggio, il numero uno del Cremlino ha espresso gratitudine nei confronti della Corea del Nord, che "sostiene fermamente" la cosiddetta operazione militare speciale intrapresa da Mosca in Ucraina.

In un editoriale pubblicato dall'agenzia di stampa ufficiale Korean Central News Agency (Kcna), in occasione della sua visita di 24 ore a Pyongyang, Putin ha anche affermato che Russia e Corea del Nord "stanno sviluppando attivamente il loro partenariato su molti fronti", evidenziando ad esempio che i due Paesi "mantengono una linea e una posizione comune alle Nazioni Unite"

Putin ha anche assicurato alla Corea del Nord che la Russia da parte sua la sosterrà "incrollabilmente" in futuro, promettendo di "aiutare gli sforzi di Pyongyang per difendere i propri interessi" nonostante ciò che ha definito "pressione, ricatto e minacce militari degli Stati Uniti". È prevista per le prossime ore una parata in piazza Kim Il Sung. Il presidente russo dovrebbe anche assistere a un concerto e visitare la chiesa ortodossa della Trinità a Pyongyang, l'unica chiesa ortodossa in Corea del Nord. Putin dovrebbe arrivare con il suo nuovo ministro della Difesa, Andrei Belousov, mentre il ministro degli Esteri Sergei Lavrov e il vice primo ministro Alexander Novak faranno parte della delegazione.

Gli Stati Uniti si sono detti "preoccupati" per il "rapporto sempre più stretto" tra Russia e Corea del Nord. Lo ha annunciato John Kirby in una conferenza stampa. Interpellato sulla visita di Vladimir Putin in Corea del Nord oggi e domani per firmare "documenti importanti", il portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale della Casa Bianca ha assicurato di "non essere preoccupato" per questo viaggio, che ha definito "un'offensiva di fascino" da parte del presidente russo.

"Ciò che ci preoccupa, tuttavia, è l'approfondimento delle relazioni tra questi due Paesi", ha detto, sottolineando "l'impatto che ciò avrà sul popolo ucraino. Sappiamo che i missili balistici nordcoreani vengono ancora utilizzati per colpire obiettivi ucraini", ha detto. Inoltre, "potrebbe esserci una certa reciprocità che potrebbe incidere sulla sicurezza della penisola coreana". "Monitoreremo la cosa molto da vicino", ha concluso Kirby.

Intanto, pare che diversi soldati nordcoreani siano rimasti feriti o uccisi da molteplici esplosioni di mine durante le operazioni di sgombero del terreno nelle aree a ridosso del confine intercoreano. Lo riferisce Nk News, sito basato a Seul e specializzato nella copertura delle vicende del Nord, citando un funzionario del Comando di Stato maggiore congiunto sudcoreano, senza però specificare quando sarebbero avvenute le esplosioni. Pyongyang sta svolgendo consistenti lavori di rafforzamento all'interno della zona demilitarizzata (Dmz).

276 CONDIVISIONI
4347 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views