68 CONDIVISIONI
L'alluvione in Libia del 2023

Alluvione Libia, Derna resta una città fantasma: case inagibili, manca elettricità e senso di abbandono

A distanza di tre settimane dall’alluvione che ha messo in ginocchio la Libia e in particolare la città di Derna, la situazione appare ancora disastrosa. Nel Paese vanno avanti le operazioni di ricostruzione del territorio mentre si cercano le tante vittime disperse sotto le macerie e in mare. Le attività lavorative e scolastiche restano bloccate.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Reem Elbreki
68 CONDIVISIONI
Danni causati dall'alluvione a Derna
Danni causati dall'alluvione a Derna
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
L'alluvione in Libia del 2023

Lunedì 11 settembre 2023 la tempesta Daniel ha investito la Libia e in particolar modo la città di Derna con una violenta alluvione che ha provocato il crollo di due dighe, crollo che ha devastato interi centri abitati e ucciso migliaia di persone. A partire da quel momento, il Paese ha dovuto affrontare difficoltà mai viste prima e a distanza di quasi un mese dal dramma, lo scenario continua ad apparire piuttosto critico.

La situazione a Derna dopo l'alluvione

Nel territorio distrutto di Derna le operazioni di ricostruzione della città proseguono con non poca fatica. Le squadre di soccorso nazionali e internazionali arrivate settimane fa, continuano a lavorare intensamente ventiquattro ore al giorno: in primis per cercare di ricollegare quanto prima la città oramai divisa in due, per liberare le numerosissime abitazioni sommerse dal fango e per procedere con le ricerche delle vittime, i cui corpi non sono stati ancora trovati.

Operazioni di ricostruzione delle strade di Derna
Operazioni di ricostruzione delle strade di Derna

Ma non solo, si lavora alla costruzione di un ponte in grado di ristabilire la viabilità delle strade e dei centri urbani, alla disinfezione del territorio e al ripristino dell'elettricità e della connessione internet, inesistente in quasi tutta la città.

Per transitare nella città e raggiungere il centro storico c'è bisogno di un permesso specifico: gli uomini dei soccorsi non permettono di attraversare ponti e strade perché occupate da mezzi pesanti impegnati nella rimozione di macerie e resti di edifici crollati.

Operazioni di ricostruzione del ponte di Derna
Operazioni di ricostruzione del ponte di Derna

Il bilancio delle vittime e i corpi da recuperare

Il numero delle vittime resta un grosso buco nero. I cittadini libici parlano di 25/30mila cadaveri ancora da recuperare, mentre i soccorsi hanno registrato ufficialmente 4.300 corpi. Quanto agli sfollati, questi sono ancora tanti e la maggior parte di essi è andata via raggiungendo le città di Tripoli e Bengasi, altri continuano a dormire nelle tende e nelle scuole attrezzate.

Le abitazioni sono ancora inagibili, in alcune di queste il fango arriva fino a 3 metri e mezzo di altezza. I bambini chiedono ai propri genitori di tornare a casa: solo in una scuola a Martuba, per il momento, è stato predisposto un orario scolastico per permettere ai bimbi di riprendere a studiare.

Interno di una casa distrutta a Derna
Interno di una casa distrutta a Derna

I cittadini di Derna non hanno ripreso a lavorare, le condizioni del territorio non consentono la ripartenza di nessun tipo di attività lavorativa. Il popolo è unito e solidale, gli aiuti a Derna arrivano da tutte le altre città limitrofe, le quali continuano ad inviare cibo e oggetti di prima necessità.

Gli scenari futuri

L'incarico di gestire l'opera di ricostruzione di Derna non è stato affidato ancora a nessuno. Una conferenza internazionale nella quale si discuterà proprio di questo era stata fissata inizialmente per il 10 ottobre, ma poi posticipata nei primi giorni di novembre. In quest'occasione verranno chiamate a partecipare tutte le aziende edili nazionali e non, ingegneri idraulici, geologi e chiunque sia esperto nel settore.

Il governo di Osama Hammad che attualmente è al fianco dell'esercito ha tre obiettivi principali: ripristinare il collegamento della città divisa in due parti, proseguire con le operazioni di soccorso giornaliere, recuperando quante più vittime possibili ancora disperse sotto le macerie e in mare e sostenere la cittadinanza con aiuti di genere alimentare.

Danni provocati dall'alluvione a Derna
Danni provocati dall'alluvione a Derna

Risulta difficile fare previsioni sugli scenari futuri in Libia e nella città di Derna, attualmente il Paese è bloccato e il governo potrebbe rappresentare solo un pericolo per la popolazione. Non vi si fa alcun riferimento a eventuali elezioni ne tantomeno si parla di dimissioni da parte delle autorità libiche. Nel territorio l'unico sentimento comune a tutti continua ad essere quello di solitudine.

68 CONDIVISIONI
20 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni