Un po’ per l’emergenza Coronavirus, un po’ per una serie di provvedimenti già esistenti, a dicembre arriveranno una serie di bonus per gli italiani. Misure economiche a sostegno dei cittadini, in alcuni casi anche perché colpiti dall’emergenza Covid. Gli aiuti riguardano soprattutto le famiglie con un Isee basso. Le misure, che vengono riepilogate da Sky Tg24, sono il bonus vacanze, il bonus asilo, l’aggiunta alle pensioni minime erogata dall’Inps, ma anche altre iniziative come il cashback di Stato. Andiamo a vedere quali sono queste misure e quando arriveranno o dovranno essere richieste.

Il bonus asilo nido

Il bonus asilo nido è associato al reddito Isee delle famiglie, che non deve essere superiore ai 40mila euro. Può essere richiesto dalle famigliecon almeno un figlio di età inferiore ai 3 anni iscritto all’asilo nido. L’importo massimo è di 422 euro, ma solo in alcuni casi specifici. La scadenza per l’invio delle domande è prevista per il 20 dicembre 2020.

Pensioni, bonus Inps a dicembre

Per quanto riguarda le pensioni non si tratta di un vero e proprio bonus, ma di una sorta di tredicesima, prevista per chi percepisce la pensione minima. Il valore di questo sostegno è di 154,94 euro. Il reddito non deve superare i 6.596,46 euro, mentre il bonus viene erogato in maniera parziale sopra questa cifra e fino ai 6.751,49 euro. Se il pensionato ha altri redditi oltre alle pensioni, l’importante è che questi non superino il limite massimo di 10.003,70 su base individuale e un reddito coniugale di 20.007,39 euro.

Bonus vacanze: richiesta entro dicembre

A dicembre c’è anche il bonus vacanze, introdotto durante gli scorsi mesi di emergenza sanitaria. Considerando l’attuale situazione e le restrizioni in vigore sembra difficile poterne usufruire in questo periodo, ma i cittadini possono chiederlo per sfruttarlo nei mesi successivi. La scadenza delle richieste, infatti, è prevista per il 31 dicembre, ma poi il bonus si può spendere fino a fine giugno 2021. Il bonus può arrivare massimo a 500 euro e deve essere speso nelle strutture ricettive che lo accettano. Per accedere è necessario avere un Isee inferiore ai 40mila euro. In caso di nucleo composto da una sola persona, l’importo è di 150 euro, per due componenti sale a 300 e per tre o più membri del nucleo familiare si arriva a 500 euro.

Il cashback: rimborsi del 10% sugli acquisti con carte

A dicembre dovrebbe partire, in via sperimentale, anche il cashback. Seppure resti il rischio di un rinvio a causa dell’emergenza sanitaria e delle conseguenti restrizioni che non permettono, in molte regioni, di effettuare gli acquisti di persona, con tanti negozi chiusi. Il cashback, infatti, prevede la restituzione del 10% della somma spesa per gli acquisti effettuati con carte, bancomat e app. Il valore massimo del rimborso, per il mese di dicembre, dovrebbe essere di 150 euro. Dopo dicembre, invece, la cifra sarà di 150 euro su base semestrale, con un massimo di spesa rimborsabile, quindi, di 1.500 euro. A dicembre serviranno almeno 10 transazioni elettroniche per accedere al bonus, da gennaio serviranno invece 50 pagamenti per semestre.