Il cashback di Natale è partito, seppure con qualche inevitabile intoppo. Non solo per le difficoltà a registrarsi sull’app Io, ma anche per alcuni pagamenti – con determinate carte e bancomat – che non valgono ai fini del conteggio delle dieci transazioni e dei rimborsi. L’ultimo problema segnalato è quello riguardante le carte PagoBancomat/Maestro o PagoBancomat/V-Pay: in questi casi c’è il rischio che i pagamenti non vengano conteggiati perché usando il contactless si accede al circuito non convenzionato con l’app Io. È PagoPa a spiegare perché si verifica questo inconveniente e come si può porre rimedio.

Niente cashback per alcuni pagamenti con carta

Tramite l’app Io non viene registrata l’acquisizione di alcuni pagamenti contactless ai fini delle spese conteggiate nel rimborso. Il problema non deriva dal contactless in sé e per sé, ma si verifica quando l’utente ha registrato nel Portafoglio dell’app Io la carta di debito che va sul doppio circuito – PagoBancomat/Maestro o PagoBancomat/V-Pay – solo come PagoBancomat e non anche come carta di credito, debito o prepagata, abilitata per i pagamenti online. Si tratta del caso di un co-badge, quando sulla carta sono riportati i loghi di entrambi i circuiti e si hanno due diversi numeri di carta. In questi casi il secondo, ovvero il circuito Maestro o V-Pay, viene utilizzato dal Pos per il pagamento contactless.

Come evitare che i pagamenti non siano calcolati per il cashback

PagoPa assicura che da gennaio 2021 il problema verrà risolto con la versione aggiornata dell’app Io, insieme all’entrata a regime del cashback. Gli utenti che hanno queste carte potranno partecipare normalmente caricando anche il secondo metodo di pagamento. In realtà già ora si può evitare che i pagamenti non vengano conteggiati. È sufficiente che vengano registrate le carte con entrambi i sistemi: sia come PagoBancomat che alla voce carta di credito, debito e prepagata. Ma la carta deve essere già abilitata ai pagamenti online. Così facendo, con questa doppia registrazione, si aggira l’ostacolo. Inoltre, per essere sicuri che il pagamento venga registrato per il cashback è sufficiente inserire la carta nel Pos, inserendo il pin per pagare: in quel caso la spesa è sempre valida per il conteggio e i rimborsi.