590 CONDIVISIONI
2 Marzo 2022
11:36

L’Università Bicocca ripristina il corso su Dostoevskij: “Nessuna censura, siamo aperti al dialogo”

Dopo le polemiche per la cancellazione si un corso su Dostoevskij da parte di Paolo Nori, l’Università Bicocca lo ripristina e rifiuta l’accusa di censura.
A cura di Francesco Raiola
590 CONDIVISIONI

Dopo le polemiche scatenate dalla decisione della Bicocca di Milano di cancellare una lezione di Paolo Nori sullo scrittore russo Fedor Dostoevskij per "evitare ogni forma di polemica, soprattutto interna, in quanto momento di forte tensione", l'Università fa un passo indietro e decide si ristabilire il corso, stando a quanto dichiarato dalla Rettrice Giovanna Iannantuoni che spiega di aver sentito Nori e chiarito quello che definisce "un malinteso". Nelle scorse ore aveva fatto discutere molto la scelta, denunciata dallo scrittore su Instagram, di cancellare una lezione sullo scrittore russo all'interno di un ciclo di conferenze dal titolo "La guida e il racconto" che partirà il 20 marzo.

La Rettrice rifiuta lo stigma della censura: "Nessuna censura, il corso si terrà come previsto. Ho invitato Nori per un caffè in rettorato e lui ha accettato. C’è stato un malinteso in un momento di grande tensione. Dall’idea di questa università non c’è niente di più lontano della censura". Eppure era stato lo stesso Nori a definirla in questa maniera subito dopo che gli era arrivata una mail da parte dell'Università comunicandogli lo stop della lezione intitolata "La grande Russia portatile. Viaggio sentimentale nel paese degli zar, dei soviet, dei nuovi ricchi e nella più bella letteratura del mondo". Nella mail si leggeva: "Caro professore, questa mattina il prorettore alla didattica mi ha comunicato la decisione presa con la rettrice di rimandare il percorso su Dostoevskij. Lo scopo è evitare ogni forma di polemica, soprattutto interna, in quanto momento di forte tensione".

Il comunicato dell'Università, in cui si ristabilisce il corso dice: "L'Università di Milano-Bicocca è un ateneo aperto al dialogo e all'ascolto anche in questo periodo molto difficile che ci vede sgomenti di fronte all'escalation del conflitto. Il corso dello scrittore Paolo Nori si inserisce all'interno dei percorsi Between writing, percorsi rivolti a studenti e alla cittadinanza che mirano a sviluppare competenze trasversali attraverso forme di scrittura, L'ateneo conferma che tale corso si terrà nei giorni stabiliti e tratterà i contenuti già concordati con lo scrittore. Inoltre, la rettrice dell'Ateneo incontrerà Paolo Nori la prossima settimana per un momento di riflessione".

Anche il Ministero dell'Istruzione è intervenuto nel dibattito con una nota stampa della Ministra dell'Università e della Ricerca, Maria Cristina Messa, che ha contattato sia lo scrittore Paolo Nori che la rettrice dell'Università Milano-Bicocca, Giovanna lannantuoni, per avere chiarimenti in merito alle notizie sulle serie di lezioni su Dostoevskij: "Bene che l'Università Milano-Bicocca abbia rivisto la propria decisione. È molto importante che si tengano le lezioni di Paolo Nori, con l'appoggio dell'ateneo. Dostoevskij è patrimonio dal valore inestimabile e la cultura resta libero terreno di scambio e arricchimento. Il Ministero dell'Università e della Ricerca promuove il fondamentale ruolo delle università come luogo di confronto e di crescita comune, ancora di più in una situazione così delicata".

590 CONDIVISIONI
Hasib vola dalla finestra durante un controllo di polizia:
Hasib vola dalla finestra durante un controllo di polizia: "Preso per i piedi e buttato giù"
303.354 di Simona Berterame
Manca la carta, problema per l'inizio scolastico, AIE:
Manca la carta, problema per l'inizio scolastico, AIE: "Assicureremo la disponibilità dei libri"
Paolo Cognetti:
Paolo Cognetti: "In un mondo sommerso dal turismo di massa, ormai viaggiamo per cercare noi stessi"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni